HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

FESTIVAL DEGLI SCONOSCIUTI DI ARICCIA

La manifestazione nasce nel 1961 per iniziativa di Teddy Reno che sta lavorando per la Rca, in quel periodo il cantante risiede ad Ariccia, cittadina dei Casteli Romani, interessata ad investire sul suo futuro turistico, Reno parla con il sindaco e così nasce il Festival. "Ok ! Tutto chiaro. Ma perché, vi chiederete, scegliere di fare una manifestazione di quel tipo proprio lì? Non era meglio farla nella capitale stessa? Beh, forse sì, ma l'allora Sindaco di Ariccia, onorato di avere tra i suoi concittadini un nome così importante, pensò bene di chiedere a Teddy se fosse possibile per lui "inventarsi" qualcosa di nuovo che desse modo di far parlare a tutti di quella bella cittadina romana, sacrificata ahimè, sino ad allora, tra le più conosciute Frascati e Velletri."
Stimolato da cotanta fiducia, Teddy riflettè a lungo, e dopo qualche giorno partorì un'idea che gli avrebbe permesso di far diventare Ariccia, con la sua manifestazione, il punto di riferimento per tutti coloro che avessero voluto trovare uno sbocco nel rutilante mondo dello spettacolo.
La "Festa degli Sconosciuti" e Ariccia , diventarono di colpo la terra promessa del talento amatoriale. Fu un successo senza precedenti.
L'input di quel successo, lo si deve però a quella straordinaria cosina di donna che, con la sua grinta, la sua voce, la sua personalità, ha regalato fama sia alla manifestazione che alla cittadina stessa. E così questa manifestazione che si rivolge a cantanti non ancora affermati (gli sconosciuti) e che avrà un grandissimo successo, prende il via.  Tutte le edizioni (tranne qualcuna svoltasi a Montecatini Terme) avranno luogo in questa cittadina laziale destinata a diventare famosa.  L'edizione del 1961, la prima, viene vinta da Samurai, secondi classificati The Rascal.  L'impennata si ha con la seconda edizione, del 1962, che segnerà l'affermazione di una protagonista della musica leggera italiana: la torinese Rita Pavone che in seguito sposerà Teddy Reno e lo affiancherà come organizzatrice della manifestazione.   L'exploit di Rita Pavone fa lievitare il numero dei concorrenti della successiva edizione coronata dall'apparizione della stessa cantante torinese che riceve il secondo disco d'oro per il milionesimo disco venduto nel giro di dodici mesi. nEL 1963 vincono Dino & Kings (Dino poi farà una discreta carriera come solista), emergono Mario Zelinotti e The Rokes, il 1964 vince Mario Anzidei e si affermano Mino Baldoni, I Meteors e Franca Siciliano. Molto chiasso e fiume d'inchiostro per l'edizione del 1965: fra i cantanti in gara ci sono Marcella Bella  Julie, The Planets, Gianni Mazza, Massimo Bizzarri, Pietro Melfa, Adriana Pantani, Marcello Fattorini, Emanuela Golzer, Gaetano La Loggia, Tecla Gnudi, Nico Mauro, Nicola Manes, Roberto Raimondi, Franco Leo, vince Marcella Bella ma la vittoria viene revocata quando si scopre che la cantante ha solo tredici anni, mentre l'età minima richiesta dal regolamento era quattordici, il premio viene allora assegnato a Loredana Bufalieri. Nel 1966 in gara ci sono Farida, Carmelo Pagano e Gian Campione, vince Titti Bianchi (che dopo qualche incisione per la Rca diventerà una delle più famose cantanti del liscio italiano). Ma è l'edizione del 1967 a lanciare tre futuri cantanti professionisti: Mal (vincitore), Claudio Baglioni e Anselmo Genovese, l'edizione 1968 lancia invece Ivan Cattaneo e Vincenzo Massetti (in seguito cantante dei Teoremi). Come molte altre manifestazioni canore del periodo il Festival degli Sconosciuti di Ariccia va in crisi con gli anni '70 (a causa del terrorismo, dell'austerity e dell'affermarsi della musica straniera) e viene momentaneamente chiuso. Dopo un periodo di pausa il Festival riparte negli anni '80 con risultati inferiori però rispetto agli esordi, Ariccia riesce però comunque a lanciare alcuni professionisti che in seguito intraprenderanno la carriera da professionisti fra i quali ricordiamo Federico Salvatore, gli Audio 2, Pino Campagna, Dario Gay e Roby Rossini. L'ultima edizione della quale abbiamo notizie è quella del 2008.