HOME NEWS TV RADIO MUSIC Chi siamo

               

STREET TV

Erano piccole televisioni che per la messa in onda sfruttavano i "coni d’ombra" della banda UHF analogica nelle zone non coperte dai grandi trasmettitori che, per quanto potenti, avevano spesso una copertura a macchia di leopardo a causa di ostacoli naturali (monti, colline, ma anche palazzi) in zone limitate di una città. Il circuito di Telestreet nacque a Bologna nel giugno 2002 da un gruppo di appassionati di comunicazione desiderosi di dare un nuovo assetto al sistema televisivo nazionale. Del gruppo facevano parte, tra gli altri, Stefano Bonaga, Franco Berardi e Wilma Mazza. L’obiettivo era quello di creare un network di micro televisioni, le cosiddette tv di quartiere, legate a piccole realtà territoriali che comunicavano tra loro e si scambiavano i materiali tramite il sito www.telestreet.it. Sono state chiuse da parte della Circostel (Polizia Postale addetta al controllo dell'etere). Molte di queste sono state chiuse mentre altre trasmettono oggi sul web.

ALBORNOZ TV: trasmetteva da Bologna in zona San Ruffillo sul canale UHF 59.

ALTRA TV: trasmetteva a Torino, quartiere San Salvario, zona Quadrilatero sul canale UHF 37.

GLI ANELLI MANCANTI: era la televisione di quartiere di Firenze. La Tv aveva sede in Via Palazzuolo 8 (che corrisponde alla sede legale dell'associazione omonima che si occupa di servizi per gli immigrati assistenza legale e dove lavorano molti volontari) in centro storico, dietro la stazione di S.M.Novella e trasmetteva fino a Porta a Prato prima sul canale 49UHF poi su UHF 60 per 500 metri in una sola direzione. (Ruggero Righini)

ANT TV

ASTUTA TV

BOLOGNATVTB TV

BORGIA TV

CANDIDA TV: Roma

CHALLENGER TV: di Villa Estense (Padova)

CHALLENGER TV: di Roma

CIRCUITO TELESTREET: nasce a Bologna nel giugno 2002 da un gruppo di appassionati di comunicazione desiderosi di dare un nuovo assetto al sistema televisivo nazionale. Del gruppo fanno parte, tra gli altri, Stefano Bonaga, Franco Berardi e Wilma Mazza. L’obiettivo è quello di creare un network di micro televisioni, le cosiddette tv di quartiere, legate a piccole realtà territoriali e che comunicano tra loro e si scambiano i materiali tramite il sito www.telestreet.it. (Ruggero Righini).

DISCO VOLANTE: gestita da una cooperativa di disabili a Senigallia

ESPERIA TV

ESTE TV: di Este (Padova)

 FORMIA TV

FROM ZERO

GAETA TV: era una telestreet che nasce nel 2007 a a Gaeta su iniziativa di Livio Batosi. Trasmette sul canale 40 Uhf su tre quarti del territorio: il segnale non arriva nelle zone di Calegna e di parte del quartiere di S. Erasmo. (Ruggero Righini)

GLOBAL STREET (Padova)

HUB TV: uhf 60 era una streat tv nata nel 2003 in piazza della Libertà a Firenze.

ISOLA TV

ITRI TV

MESSINA WEBTV

MINIMAL TV (Firenze)

MOGLIANO TV

MOSAICO TV: trasmetteva a Milano, zona Porta Venezia sul canale UHF 61.

NOMADE TV: trasmetteva a Milano in zona viale Monza sul canale UHF 61.

 OLA CHANNEL

ORFEO TV Bologna

OTTOLINA TV: trasmetteva a Pisa, quartiere S. Martino sul canale UHF 49.

PALERMO TIVITTI: Palermo

PECCIOLI TV: [http://www.pecciolitv.net] era una interessante esperienza di Tv "paesana" del piccolo centro in provincia di Pisa: una televisione comunitaria ad accesso pubblico allestita dall'amministrazione locale per i propri cittadini. (Ruggero Righini).

PN BOX

POLAR TV

PONZA TV

QUALSIASI TV: uhf 23 era una streat tv nata nel 2004 in via San Niccolò a Firenze.

 RAGNA TELA: di Padova

REAL-BIKES

SPEGNILA TV: di Roma

SPERIMENTI TV

SABAOTH TELEVISION

SARDINIA FARM

SEETEEN

SIENACREW: di Siena

SPORT PRESS

TELE AUT: Roma

TELEFABBRICA: la televisione dei lavoratori della Fiat di Termini Imerese, balzata agli onori della cronaca per essere stata chiusa dalla polizia postale per un breve periodo ed aver ripreso in seguito l’attività per poi chiudere definitivamente. Trasmetteva nella zona bassa della città, sul canale UHF 31. (Ruggero Righini).

TELE IN: Milano

TELEIMMAGINI: Bologna

TELELOUVRE: trasmetteva a Roma in via della Reginella 26, una strada dell’ex Ghetto, dalla vetrina di una libreria.

TELEMONTEORLANDO: può considerarsi una delle prime televisioni di strada capofila in Italia. Era una microemittente che trasmette nella città di Gaeta (Latina) dal 24 dicembre 2001 sul canale uhf 42,  nata per iniziativa di Antonio Ciano e grazie al contributo tecnico di Livio Batosi e Claudio Stenta. (Ruggero Righini).

TELEPONZIANA: trasmetteva da Trieste nel popoloso quartiere di Ponziana dal canale uhf 67.

TELEROBBINUD: trasmetteva a Squillace in provincia di Catanzaro sul canale UHF 35.

TELESORCIO (Napoli)

TELESTREET Genova Sampierdarena

TELEVERONICA: di Arcore

TILT TV: era la televisione di quartiere di Livorno. La telestreet è formata da esponenti che gravitano intorno al C.S.O. Godzilla di Livorno, ai Cobas di Giacomo Romboli (referente territoriale). Viveva con un po' di pubblicità, promozione e raccolta fondi realizzata all'interno delle fabbriche. La sede è in centro, presso gli uffici dei Cobas. Tra i collaboratori ci sono giornalisti, cameraman di TV private, tecnici informatici, attivisti, videomaker. (Ruggero Righini).

 TS TELE SQUILLACE TV

TVTECH

VICENZA UNO: trasmetteva a Vicenza in zona centro storico sul canale UHF 31.

VICOLOCORTO TV

LA VOCE DEL SUD: di Scauri (Latina)

www.telestreet.it