HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo       

    RADIO FIRENZE LIBERA

L'emittente nasce il 18 settembre 1975, sede in via Castelli 14, trasmette dai 101,700 mhz e 104,700, fondatore è l'imprenditore edile Mauro Ballini, Ballini - ricorda Graziano Miai uno dei primi collaboratori dell'emittente decise di creare una radio dopo avere ricevuto un preventivo, ai suoi occhi troppo alto, dalla concessionaria pubblicitaria della Rai, preventivo chiesto per reclamizzare una serie di appartamenti che lui aveva costruito nel Valdarno fiorentino.  Il via alle trasmissioni di Radio Libera Firenze che ha come direttore Carlo Fusaro e come direttore artistico Graziano Miai il 18 settembre 1975.  Il palinsesto propone: alle 7 Firenze si sveglia, ore 9 Oggi in città, 9.20 Sfogliamo insieme i giornali del mattino, 10 Via delle lenticchie (Mattino e musica), 11 Anteprima notizie (Uomo donna), 11.10 A tu per tu (Lirica), 13 Oggi in città, 13.15 Notizie dall’Italia e dal mondo, 13.35 Chi cerca trova (Rubrica di teatro), 14 Musica, 16  A tu per tu con Graziano, la trasmissione di punta dell'emittente.   Tra i collaboratori ci sono Federico Signorini, Roberto Del Buffa,, Franca Selvatici (attualmente a Repubblica),  Francesco Colonna,  Giorgio Calzolari, Pier Luca Salvini, Paolo Santangelo, Roberto Manciagli, Ennio Macconi (poi a Telelibera Firenze, a La Città, quindi a La Nazione, fino alla prematura scomparsa avvenuta nel 2008), Cinzia Castellano, Graziano Miai, Isabella Papi, Valerio Zanni, Vito Zagarrio. In programmazione: “I dischi bomba”, “Luigi show”, “Marshall cabaret”. Dal novembre 1975 cambia frequenza, aumenta le ore di trasmissione e trasmette sui 101.7. Censita sul numero 46 del marzo 1976 della rivista SUONO STEREO con sede in via G.Caselli 4 a Firenze. Fra i dj Roberta Donnini, Paolo Bussotti detto Paolo BU, Paolo Basilici Menini detto Paolo BA conduttori del programma E' già domani, in onda da mezzanotte all'una con conseguente chiusura della radio e degli impianti, Paolo Basilici Menini detto Paolo Ba fu anche il compositore della sigla di fine trasmissione.

Dal 1977, diretta da Carlo Fusaro anticipa la chiusura dei programmi alle ore 21 per limitare i costi che superano le entrate anche perché schiacciata dalla televisione del gruppo Telelibera Firenze.  Chiude nel 1981.  Graziani Miai, una delle prime voci, ci ha inviato la seguente testimonianza: "I miei genitori possedevano una di quelle bellissime gigantesche radio in legno a valvole che ai miei occhi prendeva vita ogni domenica mattina, quando tutta la famiglia, in attesa del pranzo, ascoltava un varietà radiofonico molto divertente. Invece Il ricordo un po' più "consapevole" è quello da adolescente quando mi chiudevo in casa ad ascoltare "Bandiera Gialla", la mitica trasmissione di Arbore e Boncompagni. Nel 1969 iniziai a fare il disc jockey presso lo Space Electronic, la più importante discoteca di Firenze. Venni contattato dal futuro direttore di RLF, Radio Libera Firenze, che stava nascendo in città. Lui cercava un personaggio che avesse già dimestichezza con il microfono e, cosa molto più importante, che possedesse molti dischi. Io potevo vantare entrambe le "doti" e venni arruolato".

 (Ruggero Righini)

Un ringraziamento a Paolo Basilici Menini per alcune precisazioni che ci ha inviato.