HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

WESS

Wesley Johnson, in arte Wess, nasce nel Nord Carolina nel 1945, giovanissimo inizia ad esibirsi come cantante negli States, negli anni '60 si trasferisce in Europa e si dedica alla musica popolare. Arriva in Italia nel periodo in cui per i neri la musica era il soul e il R & B dei grandi interpreti, da Otis Redding a Wilson Picket.  Diventato il bassista dell'orchestra di Rocky Roberts nel 1967 intraprende la carriera da solista proponendo una sua versione di A WITHER SHADE OF PALE dei Procol Harum (portata al successo in Italia anche dai Dik Dik con il titolo di SENZA LUCE), quindi incide l'album THE SOUND OF SOUL che contiene le cover di CHAPEL OF' DREAM (Dubs) e di WHERE DID OUR LOVE (delle Supremes)di CHAPEL OF DREAM Wess propone anche una versione in italiano intitolata I MIEI GIORNI FELICI con la quale partecipa a Settevoci, programma televisivo condotto da Pippo Baudo, la canzone, pur essendo eliminata, diventa ben presto uno dei dischi più venduti del 1968 cui seguono il singolo PERCHE' SEI BEAT PERCHE' SEI POP, e l'album A WARNER SHADE OF WESS. Nel 1969 Wess partecipa al Cantagiro con TI HO INVENTATA IO, nel 1970 partecipa al Festivalbar con TU CHE NON MI CONOSCEVI BENE, nel 1971 incide l'album SUPER WESS da cui viene tratto il singolo OCCHI DI VENTO.  Seguono gli album VEHICLE (1972), WESS JOHNSON (1973), SPECIAL DICOTEQUE (1974), WESS IN ACTION (1975).

All'inizio degli anni '70 Wess forma un duo con Dori Ghezzi, duo di efficace impatto sul pubblico, che diventerà molto famoso nella prima metà del decennio. Nel 1973 con TU NELLA MIA VITA Wess e Dori Ghezzi partecipano al Festival di Sanremo, nel 1974 vincono Canzonissima con UN CORPO E UN ANIMA (canzone scritta da Umberto Tozzi, Damiano Dattoli e Luigi Albertelli), fra gli altri successi del duo VOGLIO STARE CON TE, UN AMORE BELLISSIMO, NOI DUE PER SEMPRE, ERA (terza classificata all'Eurofestival) e CANZONE A LEOPARDI. Nel 1976 il duo torno a Sanremo dove presentano COME STAI? CON CHI SEI? piazzandosi al secondo posto.  Il duo si scioglie alla fine del 1976, Wess riparte come solista ed incide S'ARRENDE IL MIO CORPO (1979), L'ANIMA (1982), L'EMOZIONE (1984). Wess ricompare al Festival di Sanremo del 1994 nel gruppo Squadra Italiana che canta UNA VECCHIA CANZONE ITALIANA, nel 1996 esce l'album IL MEGLIO DI WESS.  Dal 2000 al 2006 Wess si esibisce in molte piazze italiane, come nei primi anni della sua carriera, accompagnato dalla Wess Band formata da Lucio Giachin (basso), Luciano Angeletti (tromba), Tommaso Costantini (sax), Danilo Stazi (chitarra), Americo Tarquini (chitarra) Antonio Iacoboni (tastiere), Marianna Bianco (voce) e Roberto Tiberti (batteria e arrangiamenti live). 
Nel 2008 Wess ricompare in tv ospite del programma I MIGLIORI ANNI condotto da Carlo Conti.  Wess muore improvvisamente negli Stati Uniti, dove si trovava per un tour, il 21 settembre 2009. 

«Da lui ho imparato il mestiere. Lui era l'artista - ricorda  Dori Ghezzi - io la corista. Rammento quel periodo come uno dei più belli e divertenti del mio lavoro. In realtà avrei dovuto collaborare soltanto ad un brano del 33 giri a cui stava lavorando. Si chiamava "Voglio stare con te". Era un esperimento che doveva finire lì. Invece alla Durium, la casa discografica, si resero conto che la coppia poteva ottenere altri risultati. E in effetti funzionò. Eravamo una cosa insolita: l'unica coppia caffelatte a livello internazionale. All'Eurofestival, per esempio, colpì molto». Dori Ghezzi è commossa nel ricordo: «Era una persona squisita. Un artista e un bassista forse neppure conscio delle sue grandi possibilità. Si è anche sacrificato per questo, si è consumato lavorando sul palcoscenico perché era uno di quegli artisti che dava tutto al pubblico».