uHOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

VIDEOUNO

 

Emittente regionale nata a metà degli anni '80 e facente capo al Pci piemontese che unificò Tele Ivrea Canavese, Tele Montuoso, Flash Tv e Cuneo Uno.  La casa editrice era la Società Antonelliana;  scioltosi il Pci e nato il Pds  l'emittente è gestita da questo partito tramite la società Alba. Fra gli amministratori Primo Greganti, il famoso "compagno G".  Consorziata con Trm2, e poi con NET (Nuova Emittenza Televisiva, in fascia locale proponeva tre tg quotidiani (VIDEO UNO NOTIZIE) in onda alle 16,30; 19,30 e 22,00;  un'ora quotidiana di dibattiti, sport e spettacolo, lo slogan dell'emittente era "quando la pubblicità non rompe" Fra i collaboratori dell'emittente Federica Sciarelli e Maurizio Mannoni (che poi passeranno al Tg3). Gianni Cerqueti, direttore Fabio Brancatella, annunciatrice Nadia Schifano.  A metà degli anni '80 trasferimento della sede in via San Francesco Da Paola 16 a Torino, e costituzione del Gruppo Editoriale Piemonte, l'emittente entra a far parte di TeleConsorzio,e ripete TeleCapodistria conservando una fascia di programmazione locale.  Quando nel 1992 iniziò l'inchiesta sulle "tangenti rosse", VideoUno entrò in crisi, dopo un lungo periodo di sopravvivenza durante il quale vennero mantenuti solo gli spazi dedicati all'informazione locale.  Nel gennaio 1994 (fonte MILLECANALI) VideoUno cessa di esistere e viene rilevata per 325 milioni di lire da Tele Alpi di Beniamino Tibaldi, il cui figlio Enrico era consigliere della Lega Nord ad Aosta.