HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

Vasco Rossi

di Massimo Emanuelli


Vasco Rossi nel 1978 ha condotto il programma Vasco Rossi con voi, in onda il venerdì dalle 21 alle 21,45 sulle frequenze dell’emittente modenese V.M.T. Telestar.
 


Vasco Rossi nasce a Zocca, in provincia di Modena il 7 febbraio 1952, diplomatosi in ragioneria, si iscrive dapprima ad economia e commercio e successivamente a psicologia alla facoltà dell’Università di Bologna, dove frequenta l’Osteria della Dame e si appassiona al teatro. Nell’autunno del 1974 si trasferisce a Modena ed inizia l’attività di disk-jokey nelle discoteche della zona, nel 1975 tenta l’avventura nel campo della nascente emittenza privata. Punto Radio è la quarta radio privata italiana a comparire nell’etere, i suoi studi sono in una villetta a pochi chilometri da Zocca, e il trasmettitore ha una potenza di appena dieci watt, ma è in grado di coprire, grazie all’altitudine, buona parte del territorio emiliano, veneto e lombardo. Dopo qualche settimana di programmazione l’Escopost appone i suoi sigilli alle apparecchiature e Vasco Rossi, in qualità di responsabile della radio, subisce il primo processo della sua vita. La sentenza assolutoria spiano la via all’attività di Punto Radio, che diventa la più seguita della regione. Vasco Rossi si occupa della gestione artistica e presenta alcuni programmi come Spazio aperto, in cui commenta i testi dei cantautori dando vita a dibattiti di ogni sorta, e Sound on sound, dedicato alla disco-music. Vasco Rossi nel 1977 si reca a Milano per incidere il 45 giri Jenny/Silvia che ha successo attraverso la messa in onda a Punto Radio, nel 1978 esce il primo long-playing, Ma che cosa vuoi che sia una canzone, contiene canzoni come …E poi mi parli di una vita insieme, La nostra vita insieme, Ambarabaccicocò. Punto Radio sopravviverà fino all’estate 1978, quando sarà rilevata dal Pci bolognese, nel 1978 Vasco fa il suo esordio in televisione sulle frequenze dell’emittente privata di Modena  V.M.T. Telestar. conduce ogni venerdì dalle 21 alle 21,45 il programma Vasco Rossi con voi.
Nel frattempo Vasco intraprende la strada della canzone, pubblica il suo secondo album Non siamo mica gli americani (1979), che contiene Albachiara. Nel 1980 si ha il suo primo timido successo con l’album Colpa di Alfredo, anche se la title-track sarà censurata dalla Rai per il verso “è andata a casa con il negro la troia”. Il 14 dicembre 1980 Vasco Rossi si esibisce assieme alla Steve Rogers Band in collegamento diretta tv dal Motor Show di Bologna per Domenica in, condotta da Pippo Baudo. Alla trasmissione assiste il giornalista Nantas Salvalaggio che rimane sconcertato dalla sua performance al punto da dedicargli un articolo sul settimanale Oggi, definendolo “ebete piuttosto bruttino, sciagurato, orrido allo stato brado” e dandogli apertamente dal drogato. Le accuse di Salvalaggio fanno di Vasco un eroe dei giovani, con l’album Siamo solo noi (1981), allarga il suo consenso. Nel 1982 partecipa al Festival di Sanremo con Vado al massimo, la canzone entra in hit-parade, nel 1982 esce l’album Vado al massimo, Vasco poi si esibisce in un tour di successo. Nel 1983 torna a Sanremo con Vita spericolata, durante la performance sul palco dell’Ariston si regge appena sulle gambe, appare ubriaco, sul punto di crollare da un momento all’altro, Salvalaggio gli rivolge un nuovo attacco, ma Vasco non ci fa caso e prosegue nel suo successo con Bollicine con cui vince il Festivalbar edizione 1983, i suoi tour registrano il tutto esaurito, e l’album Bollicine vende oltre un milione di copie. Ormai Vasco Rossi è un rocker famoso, il numero uno degli anni ’80: Va bene, va bene, va bene così (suo primo album dal vivo del 1984), Cosa succede in città (1985), C’è chi dice no (1986), Liberi liberi (1989), sono gli album da lui incisi, mentre continua il trionfo dal vivo. Gli anni ’90 si aprono con il live Fronte del palco (1990), cui seguono Live in San Siro (1990), Gli spari sopra (1993), Nessun pericolo… per te (1996), Canzoni per me (1998), Rewind live at Imola (1999), Stupido Hotel (2001), Vasco Rossi Truck (2003). Nel 1985 ha partecipato al progetto Musica Italia, assieme ad una trentina di altri cantanti nazionali ha inciso una versione di Nel blu dipinto di blu i cui proventi sono assegnati al popolo etiope colpito da una carestia. Vasco ha scritto anche la colonna sonora del film Stasera a casa di Alice di Carlo Verdone. Poco conosciuta è la sua attività di autore per altri interpreti: Stadio, Valentino, Patty Pravo, Fiordaliso, Dody Battaglia, Steve Rogers Band, Fiordaliso, Steve Rogers Band, Maurizio Vandelli, Sharks, Ladri di Biciclette, Massimo Riva, Paola Turci, Sabrina Salerno, Marcello Pieri, Irene Grandi.
Vasco Rossi o lo si odia o lo si ama, a causa del suo personaggio “maledetto”, ma è indubbiamente il miglior rocker italiano odierno, interprete della canzone d’autore contaminata dal rock. Ha saputo meglio di ogni altro esprimere il disagio e il senso di vuoto dei giovani. E’ un’icona del rock, interpreta un ruolo simile a quello sostenuto al femminile da Patty Pravo. Vasco Rossi dopo oltre vent’anni di carriera continua a fare il pienone negli stadi e a far parlare di sé: grande trascinatore di folle, personaggio di culto, bandiera per i suoi fans, nell’estate 2003 durante i suoi concerti a San Siro ha fatto l’ennesima provocazione esibendosi con una maglietta con il disegno della marjuana. Nel 2004 esce l’album Buoni e cattivi, nell’estate 2004 Vasco per l’ennesima volta fa il pienone negli stadi italiani, nel 2005 torna, dopo oltre vent’anni di assenza, al festival di Sanremo in qualità di ospite d’onore, l’Università Iulm di Milano gli conferisce honoris causa la laurea in scienza della comunicazione.

Sempre nel 2005 la Mondadori pubblica il libro Le mie canzoni, una raccolta di 132 testi commentati dallo stesso autore, impreziosita da un dvd con alcuni video tratti dalle sue tounèe. Nel 2006 TV SORRISI E CANZONI assegna a Vasco Rossi tre Telegatti (uno di platino e due d'oro, come premio alla carriera, come cantante dell'anno e per il tour BUONI O CATTIVI), Vasco è il mattatore della serata, già presente di molte stelle, apre lo show con una stupenda versione acustica di SALLY.
Cosa risapute tutte, certo esistono in Italia almeno un centinaio di biografi di Vasco, ma a tutti, credo, era finora sfuggita la chicca di Vasco conduttore televisivo.