HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

TRASMISSIONI STORICHE

 

COLPO GROSSO

 

 

LA BUSTARELLA

 

 

IN ZIR PAR LA RUMAGNA

Programma nato nel 1978 in onda su Telerimini (già Babelis Tv, oggi Vga Telerimini - Rete8), ideatore e conduttore è Marco Magalotti. Nato da un'idea del regista Marco Lugli e di Marco Magalotti.   Programma di tradizioni, cultura, gastronomia (dalla piadina ai piatti locali), musica (liscio e mazurka), IN ZIR PER LA RUMAGNA ha ospitato i più famosi personaggi romagnoli, orchestre di liscio, nonchè tutte le personalità in visita in Romagna.  Programma itinerante per la Riviera romagnola, Magalotti che a volte parlava in dialetto, in 25 anni di programma ha intervistato fra gli altri Raoul Casadei, Giorgio Consolini, Carla Boni, Federico Fellini, i Cugini di Campagna, Nlla Pizzi, Vittorio Sgarbi, Tonino Guerra, Castellina Pasi, Piero Focaccia, Enrico Musiani, Sergio Zavoli, Gianni Pettenati, Laura Pausini, Maddalena Fellini, nonchè i politici locali e quelli nazionali che passavano per Rimini; lo scoop negli anni '80 l'intervista a Graziano Rossi che presenta ai telespettatori di Telerimini il proprio figlio Valentino che appare così per la prima volta in televisione.  All'interno di IN ZIR PAR LA RUMAGNA partono le dediche di canzoni, spazio che nel 1994 diventerà un programma autonomo intitolato AUGURI SUL PENTAGRAMMA, e dal 2000 ASCOLTA IL MIO DISCO.

Con la morte di Marco Magalotti IN ZIR PAR LA RUMAGNA viene condotto da Marco Teti.  Oggi il programma è una sorta di Amarcord. 

 

GRAN BAZAR

GRAN BAZAR si puà considerare la prima televendita della tv privata italiana.  Iniziato negli anni '80 prodotto dall'emittente bolognese Teleregione andava in onda, tramite cassettizzazione, su diverse emittenti regionali fra le quali ricordiamo: Teleromagna, Canale 21 di Napoli, Vga Telerimini, Telecentro di Bologna, Teleregione Toscana.  Il programma era registrato negli studi di Vga Telerimini, fra i conduttori che si alternarono ricordiamo Raffaele Pisu, Enzo Cerusico, Marisa Del Frate, Giorgio Ariani, Claudio Lippi.

 

LISTA D'ATTESA

Programma iniziato nel 2001 ideato da Paolo Bobbiese con la direzione artistica di Sergio Dal Corso e la regia di Ermanno Colombo, condotto da Ana Laura Ribas (ex valletta di OK IL PREZZO E' GIUSTO) prodotto da Telenova, e tramite il circuito Italia 9 Network viene mandato in onda su un consorzio di 40 emittenti distribuite su tutto il territorio nazionale. Lista d'attesa è un contenitore comico, in onda dapprima la domenica, poi il venerdì sera, quindi il lunedì sera.  Hanno affiancato Ana Laura Ribas: Pino Campagna, Pucci, Marino Guidi, Luca Teruzzi, Il Gomitolo, Roberto Stoppa, Guido Androni, Franco Neri, Luca Elias, Elia Giordano, Heny Zaffa, Cesare Gallarini, Maurizio Alba. Come ha giustamente osservato Aldo Grasso LISTA D'ATTESA è però la "brutta copia" di BANANE (un programma andato in onda negli anni '90 su Telemontecarlo) o di ZELIG, Ana Laura Ribas fa il verso a Simona Ventura.

Nella stagione 2004/2005 la conduzione passa a Gabriella Capizzi, che, a partire dal settembre 2005, è affiancata da Enrico Beruschi che ritorna così in tv dopo tredici anni di assenza. LISTA D'ATTESA si trasforma in una nuova CORRIDA.  Nel gennaio 2006 torna alla conduzione Ana Laura Ribas.

 

IL POMOFIORE

Il Pomofiore nacque nel 1975, il primo titolo della trasmissione era LO SCHIAFFO BACI (schiaffi o baci dati ai concorrenti) ideato da Lucio Flauto e Cino Tortorella e condotto da Lucio Flauto IL POMOFIORE  andò inizialmente in onda su TeleAltoMilanese e contribuì a fare di tale emittente la tv locale più seguita in Italia, prima della nascita di Antenna 3 Lombardia. Lucio Flauto precedette Corrado di una decina d'anni: se LA CORRIDA radiofonica risaliva al 1968 (andò in onda fino al 1979), quella televisiva (venne portata in video da Corrado sabato 12 luglio 1986,  e ripresa da Gerry Scotti nel nuovo millennio) nessuno prima di Flauto aveva pensato di portare in video imitatori, cantanti, comici non professionisti che venivano giudicati dal pubblico con un lancio di pomodori o di fiori.  Lucio Flauto era mattatore presentava, animava, aveva il suo spazio nel quale raccontava barzellette, commentava con ironia i fatti della settimana.  In onda il venerdì sera per la regia di Cino Tortorella, direttore d'orchestra Riccardo Vantellini. Tutti ricordano il lanco brutale dei pomodori (di plastica) da parte del pubblico al malcapitato concorrente, e anche l'ironia del "padano" Flauto sulle squadre di calcio miilanesi non molto fortunate in quegli anni (Torino e Juvetnus spopolavano), un anno le cose andarono bene per il Milan e Flauto iniziò a sbilanciarsi cantando, sulla musica di una popolare canzone: "Viva il Milan che stravince, viva l'Inter che non vince, viva il calcio milanese e Torino ne fa le spese".  Non mancavano le girls, alcune di esse future vedette della tv. Nel 1978 Flauto lascia TeleAltoMilanese per seguire Renzo Villa ad Antenna 3 Lombardia, il format (ma allora non si usava ancora questa parola) era di Tortorella e dello stesso Flauto, e pertanto TeleAltoMilanese propose LA CIPERITA, programma analogo condotto da Raffaele Pisu con valletta Margherita Valmaggia (esordì anche Fiorella Pierobon).

Qualcuno ha scritto che inizialmente IL POMOFIORE venne condotto da Enzo Tortora, ma ciò non ha trovato un riscontro, non siamo entrati in possesso delle registrazioni di puntate de IL POMOFIORE con Tortora, scomparsi Tortora e Flauto, i testimoni rimasti non ricordano, pare che Enzo Tortora collaborasse alla stesura dei testi de IL POMOFIORE che veniva registrato presso il teatro Carlo Speroni di Busto Arszio.

Il programma proseguì su Antenna 3 Lombardia dal 1978 fino al 1981, dallo studio 2 dell'emittente di Lgnano, mattatore sempre Lucio Flauto, che propose anche una versione special dal titolo IL CIRCO POMOFORE nella quale veniva enfatizzato lo spettacolo. IL POMOFIORE ebbe molte imitazioni ad esempio LUNA PARK POMOFIORE presentato da Silvio Noto su un'emittente siciliana sul modello di Antenna 3,  Molte furono le emittenti private che mandarono in onda IL POMOFIORE versione Lucio Flauto.  Renzo Villa, allora titolare di Antenna 3 Lombardia, mi ha ricordato che nessuna tv chiedeva l'autorizzazione per ripetere IL POMOFIORE in un altro giorno della settimana (il venerdì andava in onda su Antenna 3 Lombardia, e questo giorno della settimana per Lucio Flauto e i lombardi divenne come il giovedì di Mike Bongiorno.  Renzo Villa ha recentemente dichiarato:  "io non avevo nessuna intenzione di oppormi alla messa in onda di un programma prodotto dalla mia emittente, facevano pubblicità gratuita alla mia emittente e lanciavano a Flauto a livello nazionale, anche  Lucio era molto contento.  Io stesso scoprii per caso che IL POMOFIORE veniva ripetuto anche in altre regioni quando ero in Liguria e l'albergatore accese la tv proprio mentre andava in onda il programma di Lucio su un'emittente ligure.

 Allorquando Flauto lasciò Antenna 3 Lombardia ripropose il gioco su TeleMontePenice con il titolo LA MARGHEROLLA, programma che andò in onda per un paio di stagioni.  Nel 1998 Antenna 3 Lombardia ha riproposto IL POMOFIORE condotto da Marco Milano e Federica Torti, ma senza il successo di vent'anni prima, molte cose erano cambiate: era scomparso Lucio Flauto (insostituibile) ed era partita la CORRIDA televisiva di Corrado.   IL POMOFIORE resta uno solo, inconfondibile: quello di Lucio Flauto.

I programmi cult delle tv locali, con qualche eccezione, per Rai e Mediaset...

INDIETRO TUTTA