HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

TELESICILIA - TELESICILIA COLOR

di Bruno Rescifina


Una delle prime emittenti palermitane via cavo Tele Palermo da noi erroneamente accostata in passato a TeleSicilia. Grazie all'aiuto di Bruno Rescifina è stata ricostruita la storia di TeleSicilia che non ha nulla a che vedere con Tele Palermo via cavo.

TeleSicilia nacque a Palermo il 14 maggio 1977 sotto la direzione di Giuseppe Maggio Valveri. L'emittente muove i suoi primi passi nell'etere irradiando i suoi programmi dal canale uh 29 operante da Poggio Ridente a Baita collina montuosa sopra la città, che, grazie alla sua disposizione, mette in condizione di emettere un segnale tale da coprire la città perfettamente e dal canale uhf 42 esercitato da Monte Pellegrino per la città stessa e per parte della sua provincia, entrambi i canali in polarizzazione orizzontale. Successivamente sarà aperto un altro canale 63 (da Cozzo di Castro ad Altofonte in polarizzazione verticale) per servire meglio i piccoli comuni della Conca d'Oro quali Giacalone, Monreale e Pioppo, ottenendo la capillarità e diventando l'emittente più seguita grazie all'apporto di una programmazione mirata e curata.  Oltre a questa emittente Giuseppe Maggio Valveri curava personalmente anche il mensile di attualità politica IL DOMANI dal 9 marzo 1957, edito in maniera gratuita e che alla sua morte, durò pochi mesi dopo, concludendo le proprie pubblicazioni l'anno successivo. Ma la sua creatura più importante fu TeleSicilia e così iniziò il viaggio che lo porterà col tempo ad avere seguito fra i cittadini e riconoscimenti per il suo apprezzatissimo taglio giornalistico con cui proponeva i suoi servizi tramite il tg locale.  Infatti quello che più di altri veniva particolarmente seguito era proprio il TSN NOTIZIE, il telegiornale condotto allora da Lia Nogara e da Nino Rizzotti, con responsabile editoriale Pietro Cellino e Donatella Palumbo per i servizi politici, che veniva mandato in onda alle 14,00 (TSN 1° EDIZIONE), 19,55 (TSN 2° EDIZIONE) e alle 23,00 (TSN 3° EDIZIONE), realizzato dai giornalisti Tommaso Perrotta, Salvatore Geraci, Donatello Palumbo, Piero Nicastro, Massimo Norrito.    Annunciatrice dell'emittente era Lia Nogara,

Negli anni successivi si affiancherà alla redazione Alessandra Ziniti che continuerà la tradizione dell'emittente palermitana fino alla sua chiusura definitiva. Altri programmi vennero preparati e messi in onda nel palinsesto; alcuni di questi rimarranno per anni in ricordo di ciò che l'emittente seppe creare con genalità e bravura dei conduttori e/o di tutto il personale in forza. Fra i vari programmi ricordiamo ABRACADABRA gioco a quiz in diretta condotto da Gigi Carella in onda il venerdì alle 18,15  E DOMANI E' DOMENICA condotto da Vito Maggio Valveri (fratello di Giuseppe) che si occupava di sport a tutto campo con particolare attenzione al calcio nostrano;  CARICATURIST condtto da Salvatore Coniglio Astolfi che si occupava di disegnare le caricatura dei telespettatori in diretta telefonica grazie al dialogo con loro; GIOCA CON NOI E VINCI gioco a premi in onda dalle 12,10; 14,25; 18,10 e 20,10;  L'OROSCOPO trasmesso giornalmente e condotto dal mago Riccardo Valentini, personaggio preso di mira dai cabarettisti cittadini che riuscivano a parodiarlo in maniera marcata per via del suo accento agrigentino che spiccava enormemente nella conduzione del programma stesso;  MONDO SCOLASTICO una rubrica di approfondimento sulla scuola;  PRESSING settimanale di critica sportiva condotto dal pool della redazione sportiva già menzionata a cura di Vito Maggio Valveri; PRIMO PIANO condotto da Vito Zito che si occupava di avvenimenti politici e di attualità cittadina; RUOTE E MOTORI condotto da Roberto Urso e SOTTO L'ERBA condotto da Salvatore Geraci e Guido Monastra (che oggi sono a TRM nei rispettivi ruoli che ricoprono attualmente) insieme ad Angelo Scuderi quali pilastri fondamentali della redazione sportiva di TeleSicilia che seguiva con maggiore attenzione la squadra calcistica del Palermo nonchè gli sport minori siciliani. MILLECANALI segnala la produzione del film L'ALTRA USTICA per la regia di Giancarlo Licata. Fra gli altri programmi il gioco a premi MA LA GAMBE, che consisteva nell'indovinare il nome e cognome del giocatore vedendo solo le gambe, e una rubrica nel corso della quale i telespettatori votavano il miglior e il peggior giocatore della partita.   Da ricordare anche il Festival della Canzone Siciliane condotto da Pippo Baudo. DIVERTIRSI A MANGIARE, GASPARONE DISCO HIT (condotto da Fatma Ruffini e acquistato dalla milanese TeleNova), SEMPRE UN BUON PRETESTO PER STARE INSIEME condotto da Claudio Lippi, cartoni animati, film, telefilm e rubriche di vario genere. In merito alla trasmissione domenicale con Guido Monastra e Salvo Geraci ecco un ricordo di Marco Favata (collaboratore dell'emittente): "Nella trasmissione domenicale con Guido Monastra e Salvo Geraci degli anni ottanta dedicata alla diretta delle partite, fino ad allora solo Rai e Canale 5 utilizzavo costosi computer per realizzare la grafica che illustrava risultati, animazioni e classifiche.  In quegli anni, essendo uno dei primi informatici a Palermo, su uno ZX Spectrum (il primo arrivato a Palermo, in quanto portato da mio fratello dall'estero), scrissi un software che gestiva l'intero campionato (squadre, risultati, classifiche, marcatori e varie animazioni); a memoria di tutti e secondo quanto riferitomi, il primo software su computer non dedicato in Italia a fare una cosa del genere. L'anno dopo, ho anche realizzato, sempre per Telesicilia e sempre sullo stesso computer (prima su cassetta e poi su microdrive) un programma analogo per le elezioni politiche.

 

All'inizio degli anni '80 TeleSicilia allarga la propria area di copertura irradiando i suoi programmi anche dai canali uhf 41 e uhf 63 (oltre agli storici uhf 29, uhf 41 e uhf 42) ed è ormai visibile in tutta l'isola. All'inizio degli anni '80 l'emittente si trasferisce in una nuova sede in via Marchese di Roccaforte 39 a Palermo. con strutture e attrezzature tecniche adeguate e di buon livello.  Nel 1982 inizia ad irradiare i programmi di Italia1 del gruppo Rusconi conservando una piccola fascia di programmazione locale (ormai ridotta al tg).   Nel 1984 TeeSicilia cede alcune frequenze a Italia1 continuando a trasmettere su una sola frequenza a livello provinciale.  Nel maggio 1984 la rete di Rusconi passa nelle mani di Silvio Berlusconi tramite la Fininvest, il contratto con Italia 1 viene annullato, TeleSicilia cede a Italia 1 il canale uhf 41 e spostandosi sul vicino canale uhf 41 per continuare le sue trasmissioni. Nel 1985 viene a mancare il punto cardine dell'emittente Giuseppe Maggio Valveri, da quel momento la carica viene assunta dal figlio ingegner Francesco insieme alla figlia Dottoressa Carmela che per circa due anni condussero la direzione dell'emittente. TeleSicilia non si perdette d'animo e ricominciò ad occuparsi di programmazione autoprodotta a forte connotazione locale legandosi per un breve periodo ad Euro Tv,  a ReteA di Aberto Peruzzo, a Junior Tv, circuito che forniva un palinsesto basato su cartoni animati, ad Italia3. Nel 1987 alla guida di TeleSicilia ci fu l'avvocato Cammarata, imprenditore edile che cercò di riprenderla dal punto di vista finanziario, ma, data l'inesperienza televisiva ed i problemi economici in cui l'emittente versava, cercò di gestirla al meglio con scarsi successi. Con questa reale motivazione TeleSicilia chiuse i battenti nel 1990,  quando cedette le sue frequenze a  Tv 7 Pathè.  Si concluse così un pezzo di storia televisiva palermitana ed italiana portata avanti con molta passione e professionalità, cosa che Giuseppe Maggio Valveri aveva e in cui credeva fino in fondo.

 

Ragione sociale

Trinacria TV – s.r.l.

Indirizzo

Via Marchese di Roccaforte, 39 - 90143 Palermo

Telefono

091-6258181       

Fax

091-

Responsabile

Giuseppe Maggio Valveri

Data prima emissione

14 Maggio 1977

Fine trasmissioni

1990

Tipologia

Commerciale

 

 

 

 

 

 

BIOGRAFIA DI GIUSEPPE MAGGIO VALVERI

Giuseppe Maggio Valveri nacque nel 1924 a Palermo, morì nel 1985 a Palermo. Fu giornalista ed editore. Oltre ad avere fondato e diretto per circa trent'anni IL DOMANI, fondò anche il periodico sportivo e di attualità GIORNI DI SICILIA e l'emittente televisiva TeleSicilia, a cui collaborò anche il fratello Vito, più noto come giornalista sportivo. Fra gli anni '70 e '80 TeleSicilia fu fra i più vivaci e seguiti canali televisivi fra quelli privati siciliani, sia per l'organizzazione tecnica di alto livello che per la sua attenzione ai problemi della politica e della crescita civile della Regione. L'attività di giornalista di Maggio Valveri è documentata soprattutto dalle centinaia di editoriali contenuti ogni settimana e per tanti anni ne IL DOMANI, articoli che oggi costituiscono una continua e profonda interpretazione della storia politica di quegli anni: soprattutto nella ricostruzione storica del caso Milazzo e dell'avvento del Partito Socialista fra le forze di governo della Regione.

Si ringrazia Giovanni Agliata per la ricostruzione storica dell'emittente.

 

PALINSESTI DEL PASSATO

DOMENICA 31 DICEMBRE 1978

20,00 FOLKLORE

20,20 FILM

22,00 SPECIAL DI TONI BRUNI

 

LUNEDI' 1 GENNAIO 1979

12,00 TSN ORE 14

14,15 SPORT: CALCIO (REPLICA)

19,15 LE FIABE

20,05 TEMPO - OROSCOPO

20,30 L'OPERA DEI PUPI

22,10 TSN ULTIME NOTIZIE

22,25 FILM

 

LUNEDI' 2 GENNAIO 1979

14,15 LE FIABE (REPLICA)

18,15 CARTONI ANIMATI

19,10 SPAZIO D

19,40 TSM NOTIZIARIO

20,20 CARTONI ANIMATI

20,30 SCUSI HA VISTO UN UFO?

21,00 SPLASH

22,10 TSN ULTIME NOTIZIE

22,25 FILM

 

DOMENICA 4 FEBBRAIO 1979

20,05 OROSCOPO

20,35 CALCIO: PALERMO-NOCERINA

21,10 DOMANI

21,30 FILM

 

LUNEDI' 5 FEBBRAIO 1979

14,05 TSN ORE 14

14,15 SPORT. CALCIO (REPLICA)

14,50 I SERVIZI DI SPLASH

18,15 CARTONI ANIMATI DELLA SERIE BETTY BOOP

18,45 TELEFILM DELLA SERIE LARAMIE

19,40 NOTIZIARIO

20,05 TEMPO - OROSCOPO

20,30 L'OPERA DEI PUPI

21,10 TSN ULTIME NOTIZIE

22,25 PRESSING

23,00 TELEFILM

 

Da Siciliamedia

Via Marchese di Roccaforte 39
90143 Palermo

Tel.091291586 (agli albori 091261468)

Responsabile: Giuseppe Maggio Valveri

inizio trasmissioni: 14 maggio 1977
fine trasmissioni: 1990

Canali di trasmissione:

29v Cozzo di Castro - Altofonte
29v Poggio Ridente - Palermo
40o Castello di Venere - Erice (ex TRV)
41o Monte Pellegrino - Palermo
42o Monte Pellegrino - Palermo
63v Poggio Ridente - Palermo


Fu una delle quattro emittenti del CO.SA.TEL., in attesa della ricostruzione dei nostri collaboratori, questa la ricostruzione fatta da alcuni appassionati sull'enciclopedia libera Wikipedia (avevamo cominciato a correggere alcuni errori di grammatica, ed alcune inesattezze, ma dopo un po' abbiamo desistito...):

Nasce a Palermo il 14 maggio 1977 sotto la direzione di Giuseppe Maggio Valveri e muove i suoi primi passi grazie all'attivazione del canale 29 UHF da Poggio Ridente a Baida (complesso residenziale a nord della città, con posizione e altitudine idonea ad illuminare l'intero centro abitato del capoluogo) ed al trasmettitore operante sul canale 42 UHF piazzato sul Monte Pellegrino che garantisce, oltre ad una perfetta copertura della città, anche l'illuminazione di buona parte della fascia costiera verso la provincia di Messina.

Successivamente attiva un altro canale (il 63 da Cozzo di Castro ad Altofonte in polarizzazione verticale) per illuminare altri comuni della provincia e la parte costiera della città nascosta dal Monte Pellegrino.

Giuseppe Maggio Valveri era già impegnato nel campo dell'editoria con il suo giornale "Il Domani", mensile di attualità politica che curò personalmente dal 9 Marzo 1957, disponibile nelle edicole cittadine ogni mese in maniera gratuita, e che alla sua morte, ebbe vita molto breve.

La sua creatura più importante era comunque Telesicilia, iniziò così il viaggio che lo porterà col tempo ad avere séguito tra i cittadini e riconoscimenti per il taglio giornalistico del suo tg locale.

La Punta di diamante della programmazione dell'emittente era infatti il "TSN Notizie", telegiornale condotto da Lia Nogara e Nino Rizzotti, responsabile editoriale Pietro Cellino, Donatella Palumbo per i servizi politici. Andava in onda in 3 edizioni giornaliere, alle 14.00 (TNS 1° ed.), alle 19.35 (TSN 2° ed.) e alle 23.00 (TSN 3° ed.).

Negli anni successivi si affiancherà alla redazione Alessandra Ziniti che continuerà la tradizione dell'emittente palermitana fino alla sua chiusura definitiva.

Altri programmi vennero preparati e messi in onda nel palinsesto; alcuni di questi rimarranno per anni a ricordo di ciò che l'emittente seppe creare con genialità e bravura dei conduttori e/o di tutto il personale in forza.

Tra i vari programmi ricordiamo "Abracadabra", gioco a quiz in diretta condotto da Gigi Carella e trasmesso alle 18.15 il venerdì, "E domani è domenica" condotto da Vito Maggio Valveri (fratello di Giuseppe) occupandosi di sport a tutto campo con particolare attenzione al calcio nostrano, "Caricaturist" condotto da Salvatore Coniglio - Astolfi che si occupava di disegnare le caricature dei telespettatori in diretta telefonica grazie al dialogo con loro, "Gioca con noi e vinci", gioco a premi in onda alle 12.10, 14.25, 18.10 e 20.10, "L'oroscopo" trasmesso giornalmente e condotto dal mago Riccardo Valentini, personaggio preso di mira dai cabarettisti cittadini che riuscivano ad ironizzarlo in maniera abbastanza marcata per via del suo accento agrigentino che spiccava enormemente nella conduzione del programma stesso, "Mondo scolastico" che era una rubrica di approfondimento sulla scuola, "Pressing" settimanale di critica sportiva condotto dal pool della redazione sportiva già menzionata a cura di Vito Maggio Valveri, "Primo piano" condotto da Tonino Zito che si occupava di avvenimenti politici e di attualità cittadina, "Ruote e motori" condotto da Roberto Urso e "Sotto l'erba" condotto da Salvatore Geraci e Guido Monastra (oggi sono a TRM nei rispettivi ruoli che ricoprono attualmente) assieme ad Angelo Scuderi quali pilastri fondamentali della redazione sportiva di Telesicilia che seguiva con maggior attenzione la squadra calcistica del Palermo nonché gli altri sport minori siciliani.

Altri programmi completavano la normale programmazione dell'emittente; tra questi spiccano il "Festival della canzone siciliana" condotto da Pippo Baudo, "Divertirsi a mangiare", "Gasparone disco hit", "Sempre un pretesto per stare insieme" condotto da Claudio Lippi nonché cartoni animati, film, telefilm e rubriche di vario genere.

Dall'anno della sua nascita fino al 1982 l'emittente rimase indipendente nella programmazione con una spiccata connotazione fortemente locale dopodiché scelse di entrare in sinergia con il gruppo Rusconi Editore tramite la sua nuova rete televisiva italiana che nasceva di lì a poco con il nome di Italia 1.

Con la legatura al circuito nazionale fu quasi obbligata ad espandersi nella Sicilia occidentale per la maggiore visibilità accendendo canali qua e la e rendendosi così ancora più appetibile al pubblico siciliano; proprio per questo accese anche un canale a Monte Pellegrino accanto all'attuale per cominciare a prepararsi al distacco, distacco che poi sancì la definitiva uscita dal circuito stesso.

Infatti tale contratto durò fino a maggio 1984, momento in cui la rete di Rusconi passò nelle mani di Silvio Berlusconi tramite la Fininvest, cedendo il canale 42 e spostandosi sul vicino canale 41 per continuare le trasmissioni.

Iniziò di nuovo a occuparsi di programmazione autoprodotta a forte connotazione locale legandosi per un piccolo periodo anche a Junior Tv, circuito noto che forniva un palinsesto basato su cartoni animati, ad Italia 3, ad Euro TV e persino a Rete A di Peruzzo Editore. Nel 1987, fu affiliata per un piccolo periodo anche a Odeon TV.

Nel 1985 viene a mancare il punto cardine della tv palermitana cioè Giuseppe Maggio Valveri e da quel momento la carica viene assunta dal figlio Ing. Francesco assieme alla figlia Dott.ssa Carmela che per circa due anni condussero la direzione dell'emittente.

Successivamente nel 1987 passa di mano all'Avv. Cammarata, imprenditore edile che cercò di riprenderla dal punto di vista finanziario ma, data l'inesperienza televisiva ed i problemi economici in cui l'emittente versava, cercò di riuscire a gestirla al meglio con scarsi successi.

Con questa reale motivazione Telesicilia chiuse i battenti nel 1990 concludendo così un pezzo di storia televisiva palermitana ed italiana portata avanti con molta passione e professionalità, cose che Giuseppe Maggio Valveri aveva e in cui credeva fino in fondo.