HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

TELEASTI INTERNATIONAL - TAI 44

L'emittente nasce alla fine del 1979 da una scissione di TeleRadioAsti con la denominazione di Tele Asti International, sede in Strada San Martino Lovera 82 a Quarto d'Asti, canale uhf 44. Il suo palinsesto propone film, telefilm, rubriche sportive, telecronache di eventi locali come il Palio di Asti e la Sfilata delle Sagre.  Nel 1981 l'emittente assume la denominazione di Tai 44 Tele Asti International, in video compare l'acronimo Tai.  All'inizio del 1987 vi è un cambio di editore che è ora l'Associazione Amis de la Pera, viene trasferita anche la sede dell'emittente che è ora in via Carducci 65 a Quarto d'Asti, direttore artistico è Piero Fassio, fra i programmi DIAGNOSI (appuntamento settimanale con i primari di Asti), A CARTE SCOPERTE (dibattiti su temi locali), ASTI IN CUCINA con l'avvocato Giovanni Goria, parente del presidente del consiglio dei ministri.  Amministratore delegato è Rino Fassio, direttore generale e presidente Carlo Curato. Nel 1989 vi è un nuovo cambio editoriale: l'emittente viene rilevata dalla Tele Asti srl di Graziella Noseno, la direzione commerciale è affidata a Riccardo Cariola (ex di TeleStudio Torino) l'emittente viene ribattezzata Rete 44, il palinsesto viene rinnovato, la sede viene trasferita nell'antico Palazzo Zoja (nel centro cittadino).  Fra i programmi del nuovo corso un tg in onda alle 20,25, OBIETTIVO SPORT condotto da Beppe Giannini, DIAGNOSI (appuntamento con la medicina condotto da Giorgio Calabrese), A CARTE SCOPERTE (dibattiti sui temi locali con Mario Grasso), SETTE GIORNI (rubrica sui fatti della settimana), e, naturalmente le cronache del Palio di Asti. Nel 1990 nuovo cambio di denominazione, stavolta in Rete 9 e trasloco, questa volta in strada Rilate (appena fuori le mura) in un capanone di 20.000 metri quadrati, con locali alti sei metri e studi nuovi di zecca, nella vecchia sede rimangono gli uffici della pubblicità. Il nuovo editore è quello del giornale IL GAZZETTINO, presidente della Società editrice è Graziella Martinengo,  l'emittente allarga ulteriormente la propria area di copertura e migliora il proprio palinsesto.  Direttore dei servizi giornalistici è ora Feliciano Giaggioli, direttore operativo Ivano Patitucci (ex TeleStudio Torino), la ragione sociale è nuova Rete Tai srl.  Due sono le edizioni quotidiane del tg, più OBIETTIVO SPORT (con servizi di calcio, agli allievi alla Promozione, di ciclismo, nuoto, tennis e bocce, il lunedì sera), DIAGNOSI in onda il martedì, CONFIDENZIALMENTE in onda il mercoledì, IL PUNTO il giovedì sera, LINEA DIRETTA  con il sindaco di Asti Giorgio Galvagno, JAZZ MUSIC UNO STRUMENTO AL GIORNO, con l’attore dialettale Emmanuele Patrone (nonostante il titolo si tratta di tutti i generi musicali e vengono intervistati vari personaggi astigiani). L'inizio degli anni '90 è ricordato come quello migliore sia dal punto della copertura che da puto di vista dell'informazione locale, l'area di copertura viene allargata alla province di Cuneo, Alessadria e di Torino, oltre a quella di Asti,  Nella stagione 1993/1994 manda in onda il programma ZONA FRANCA condotto da Gianfranco Funari.  Nel 1994 l'emittente viene riconosciuta dal Ministero delle Telecomunicazioni che le concede l'autorizzazione per operare; nel novembre 1994 la città di Asti viene colpita da un'alluvione le telecamere di Rete9 forniscono immagini alla Rai e alla Fininvest. Sono gli ultimi momenti di gloria poichè nel 1995 l'emittente verrà rilevata da TeleSubalpina e si trasformerà in una succursale di questa emittente che arriverà a coprire anche l'astigiano proponendo un tg locale realizzato dagli ex responsabili del tg di Rete 9.  Il tg scomparirà nel 2006 quando TeleSubalpina sarà a sua volta acquistata dalla milanese Telenova.  

 

                   CONO MARMO IL FONDATORE DELL'EMITTENTE CI HA SCRITTO INVIANDOCI ALCUNE PRECISAZIONI E INTEGRAZIONI. 

GRAZIE CONO. PARLANO DI NOI CI HANNO SCRITTO