HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

Rino Maenza

IL PIONIERE DI RADIO BOLOGNA

Rino Maenza nasce a Bisceglie, in provincia di Bari, il 30 aprile 1950. All'età di dieci anni, a seguito di un grave incidente, ha perso totalmente l'uso della vista. Si è allora trasferito a Bologna per continuare i suoi studi alle Scuole Medie San Domenico e al Liceo Luigi Galvani.  Fin dai primi anni '70 sia come libero professionista che come imprenditore matura diverse esperienze professionali nel campo della comunicazione e dello spettacolo. Durante gli anni del liceo e dell'Università maturano il suo impegno e la sua passione politica, vive intensamente l'esperienza dei movimenti studenteschi: è dirigente della Gioventù Socialista bolognese.

Nel 1972 è fra i fondatori della società editoriale La Squilla, nel 1974 è uno dei fondatori della Cooperativa Lavoratori dell'Informazione, dando vita alla prima radio libera apparsa in Italia: Radio Bologna."iniziammo a trasmettere nell'autunno 1974 e terminammo il 30 novembre dello stesso anno a mezzanotte, ovvero un minuto dopo che Aldo Moro, Presidente del Consiglio, firmò il primo decreto di riforma della Rai. L'emissione fu totalmente politica proprio per stimolare tale riforma".

Nel 1975 Maenza costituisce la casa discografica Fonoprint. Nel 1975 viene contattato dal Comune di Arezzo per il progetto di una tv via cavo, ma - ricorda Maenza - poi non si fece nulla. 

Nel 1976 Maenza si laurea in giurisprudenza, è poi attivo nelle fila del Partito Socialista Italiano. Come produttore indipendente realizza moltissimi programmi televisivi e cinematografici. Parallelamente, come amministratore, ricopre importanti incarichi in aziende pubbliche: Ente Fiere di Bologna (consigliere dal 1981 al 1987), Acoser (dal 1987 al 1991), Asam (dal 1991), Ente Autonomo Teatro Comunale (consigliere dal 1993 al 1998). Nel 1999 Rino Maenza ha un ruolo di primo piano nella fondazione della lista civica La tua Bologna e nella campagna elettorale, condivide con Giorgio Guazzaloca la grande avventura delle elezioni amministrative che hanno portato al cambiamento, dopo 54, del governo del Comune di Bologna. Maenza è stato candidato nel 2000 nelle liste di Forza per le elezioni del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna.

Dal gennaio 2003 al gennaio 2005 è stato membro del Consiglio di Amministrazione della società Fhira Bologna srl. Dal novembre 2003 è membro del Consiglio di Amministrazione dell'Ater (Associazione Teatri Emilia Romagna). Attualmente è vice-presidente della Fondazione Teatro Comunale di Bologna, e dal settembre 2004 è Presidente del Conservatorio di Musica Pedrollo di Vicenza. Maenza oggi continua il proprio impegno civile frequentando e animando gli spazi politici e culturali della città di Bologna, con particolare riguardo allo sviluppo delle istituzioni. Maenza ha dato vita alla società Medianova (www.medianova.org).