HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

RADIO STUDIO NORD HIT STATION

RADIO STUDIO NORD  nasce nel 1978 quando un gruppo di amici si ritrova alla sera in una cantina a Caneva di Tolmezzo. I mezzi sono decisamente limitati. Nel 1981 il salto: nasce la società Radio Studio Nord snc e registrata la testata giornalistica presso il Tribunale di Tolmezzo. Viene anche acquistato il primo trasmettitore “professionale”. La frequenza 100.1 Mhz irradia sul bacino di Tolmezzo. Nel 1984 si trasferisce nell’attuale sede di via Monte Grappa 7, al 2° piano, dove sono ubicati due studi regia, la redazione, l’ufficio pubblicità e l’amministrazione. La svolta al palinsesto ed alla struttura avviene a partire dal 1994, con la creazione della redazione giornalistica e considerevoli investimenti sulle persone, nelle apparecchiature, nei servizi. Irradia il suo segnale su quattro frequenze: 100.1 Mhz (conca Tolmezzina, Val Tagliamento), 95.1 Mhz (Zona collinare), 103.0 Mhz (Val But, Val Degano, Alta Carnia, Sappada), 95.4 Mhz (Canal del Ferro). La rete di diffusione è abbastanza complessa a causa della morfologia del territorio ed attualmente penalizza la ricezione nel Tarvisiano ed a Forni di Sopra. L’impegno è quello di dar voce e lavorare a servizio del territorio dell’Alto Friuli. Dispone di impianti di trasmissione di proprietà. Questi sono telecontrollati per avere la massima affidabilità e ridurre al minimo i tempi di "fermo macchina". Il più importante è situato a Tolmezzo; a seguire in loc. Savalons a Gemona. sul M.te Zoncolan, sul M.te Stauilizze, che permettono di raggiungere più di 150.000 persone sull’intera rete e garantiscono un segnale estremamente presente ed omogeneo. Tra le prime radio in Italia a dotarsi di una gestione radiofonica digitale integrata, che permette, utilizzando sin dal 1994 il software DRS Digital System, di gestire tutto il processo di produzione e messa in onda della musica, dei notiziari, della pubblicità eccetera, interamente in digitale. Grazie a sistemi avanzati e strumentazioni dell'ultima generazione, RSN è in grado di collegarsi in tempi rapidi, da qualsiasi postazione esterna tramite ponti radio o con i modernissimi codec ISDN, che garantiscono una qualità di trasmissione broadcast, transitando su di una semplice linea telefonica ISDN o tramite connessione XDSL. A partire dal 12 giugno 1995 Radio Studio Nord è diventata di fatto la voce dell’Alto Friuli. In quella data, infatti, è nata la redazione giornalistica con direttore Lucio Cimiotti e sono partite le numerose edizioni giornaliere del notiziario “Block Notes”, che attualmente coprono la fascia oraria dalle 7.30 alle 19.20, per complessivi 480 minuti settimanali, interamente autoprodotti. All’interno del palinsesto sono previste ben quindici edizioni, così suddivise: Block Notes ore 12 (alle 12), Block Notes Sera (alle 19), Block Notes Flash (alle 8, 9, 10, 11, 14, 15, 16, 17, 18), Block Notes Sport (alle 13 e 18.30), Locandina di Block Notes (alle 7.30 e 13.30). La redazione cura anche, in collaborazione con l’Arpa FVG, l’appuntamento con il Meteo (ore 8.10 e 19.20) e Anteprima Sport (sabato alle 18 e, in replica, domenica alle 12). Nelle edizioni delle 12 e delle 19 (durata 17’) le notizie e le interviste riguardano esclusivamente la regione; il 70% dello spazio, inoltre, è dedicato a Carnia, Zona collinare, Val del Ferro e Val Canale. Nelle edizioni Flash (durata 2’30”) vengono proposte le più importanti notizie a carattere nazionale e internazionale e ancora informazioni riguardanti il Friuli Venezia Giulia. Nello Sport (durata 5’) si parla naturalmente di Udinese (con, fra l’altro, interviste ai giocatori dopo le partite interne), ma viene soprattutto dedicato molto spazio agli sport minori praticati nella zona montana. Nel periodo invernale, ad esempio, lo sci occupa un posto di primo piano, così come il Campionato Carnico di calcio in primavera ed estate. Nella Locandina (durata 4’ circa), infine, sono proposti i principali appuntamenti della settimana in Alto Friuli. Negli anni l’informazione di Radio Studio Nord ha visto crescere costantemente il proprio ruolo all’interno del territorio, divenendo punto di riferimento nella divulgazione di informazioni utili alla collettività, come confermano le dirette effettuate in occasione degli appuntamenti elettorali e referendari ma anche quelle proposte in situazioni di criticità quali, ad esempio, le alluvioni o le crisi della Cartiera Burgo, della Seima Elettronica e della De Longhi. Attualmente il direttore della redazione giornalistica è Bruno Tavosanis che così ricorda il so esordio in radio: “Forse aveva ragione mia sorella quando, sentendomi commentare a voce alta campionati di calcio e basket completamente inventati, pensava fossi un malato di mente. Invece già a 10 anni, o giù di lì, compresi che la mia grande passione era la radio, seguita dallo sport. Poi ho avuto la fortuna di mettere assieme le due cose ed eccomi qua! Per chi, come me, ha vissuto la sua infanzia con il mito delle radio private, l'approdo davanti ad un microfono a 16 anni per parlare di calcio fu un evento indimenticabile ed infatti ricordo benissimo, nonostante (ahimè) sia passato molto tempo, nome della trasmissione ("Giochiamo con l'Udinese"), i conduttori (Enio Agnola e Marco Raber) e, naturalmente, la radio (Stereo Carnia). Ma fu Radio Studio Nord a farmi decidere che la radio avrebbe occupato una parte fondamentale della mia vita. Nel 1995 mi venne affidato il compito di creare, praticamente da zero, i giornali radio, nonostante fino a quel punto la mia esperienza fosse quasi esclusivamente indirizzata verso lo sport. L'idea di riservare spazio alle notizie dell'Alto Friuli e del Gemonese si è, fortunatamente, rivelata vincente, tanto che, senza peccare di presunzione, posso dire che Radio Studio Nord è diventata un punto di riferimento per l'informazione nella montagna friulana. Il ricordo personale più bello? Le radiocronache dell'Udinese in Champions League nel 2005, per le quali Radio Studio Nord ha battuto i suoi record di ascolto. Il racconto delle vittorie a Lisbona e Atene, i 3 gol in cinque minuti a Brema, la maestosità del "Nou Camp" di Barcellona: ma chi se lo scorda più?”. Dal marzo 2005 la direzione artistica è stata affidada a Giancarlo Benzo, che vanta un’importante analoga esperienza in una grossa emittente a copertura regionale. E’ con lui che Radio Studio Nord è diventata Studio Nord HIT Station entrando in un processo di aggiornamento strutturale in continuo miglioramento per “reggere” la sempre più presente concorrenza dei network nazionali, delle tv musicali satellitari e delle web radio che sono entrate prepotentemente nelle abitudini dell’ascoltatore. Dal 1° luglio 2007 il nuovo slogan di Studio Nord Hit Station è: "più musica di tutti". Questo perché da prevalentemente voce alla musica. Si riceve in: Carnia centrale 100.1; Alta Carnia 103.0; Canal del Ferro / Val Canale 95.4; Zona Collinare 95.1 MHz della Fm.

 (Ruggero Righini).