HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo         

RADIO MARTE

Emittente di Melili (un paesino sulle colline vicino ad Augusta, in provincia di Siracusa) nata nel 1976 per iniziativa di un gruppo di amici. Trasmette con pochi watt ma in stereofonia., "Siete sui 98 mhz di Radio Marte in fm stereo, il suono per la Sicilia orientale". Il nucleo originario dei fondatori è composto da Nuccio Carruba, Lino Senatore, Gianni D'Anna, Franco Tanasi (punto di riferimento tecnico e del palinsesto), Giovanni Amara, Susy Pugliesi, Antonio Salemi, Gino Di Blasi, Pino Midolo, Francesco Fichera, Primo Acireale, Salvino Donzella, Giuseppe "Pippo" Di Maura, Peppe Boscarino, Santo Calareso, Attilio Ierna, Gigi Tripiciano, Vittorio Daniele, Rosario Gigliottino, Rosario Roy Paci,  Sandro Cerbo, Fabrizio Ferrante, Gianfranco Alberuccio, Graziella Filippone, Enzo Speciale, Cettina Bonaffini, Alessandra Costanza, Nuccio Baffo e un sedicenne, Rosario Fiorello, che passa 70 ore consecutive davanti al microfono. Nella trasmissione diretta non-stop SUMMER SOUND Fiorello parla ininterrottamente per quattro giorni, un'impresa che il padre di Rosario, Nicola, ricorda parlando di "incoscienti".

Il primo palinsesto - ricorda Graziella Filippone - era quanto di più completo potesse esistere all'epoca: programmi e di intrattenimento, programmi culturali, sport, disco. La prima sede pare sia stata l'abitazione di Nuccio Carruba, ma negli anni '80 è ora di cambiare. La sede della radio viene trasferita da Melilii ad Augusta, in una villetta in zona Monte Tauro, viene allargata anche l'area di copertura  irradiando i suoi programmi anche dagli 89,400 e 101,100 mhz. Il trasloco - ricorda Graziella Filippone che dell'emittente fu una delle prime collaboratrici - avvenne per motivi logistici, di trasmissione migliore...  La sede era in zona Monte, su un promontorio che guarda sul golfo della città e in ottima posizione per l'emissione del segnale..sembrava una situazione decisamente più forte economicamente rispetto alle precedenti!! ma i problemi col trasmettitore li abbiamo vissuti ed affrontati tutti ì!!! come il saper fare tutto insieme: rispondere al telefono, aprire la porta, parlare in diretta, cambiare il disco, effettuare mixaggi ad effetto..."

Curiosi anche gli spot ricorda Pippo Giuseppe Di Maura: "un giorno stavamo registrando la pubblicità delle pompe funebri Cacciaguerra, come fare? Abbiamo pensato di creare una cosa divertente, un bandito catturato e fucilato esprime il suo ultimo desiderio, Il funerale deve essere organizzato dalle pompe funebri Cacciaguerra. Naturalmente mentre registravamo immaginate le risate vero? Alla fine l'idea geniale, Fiorello dice a Tanasi: "Apri il microfono, presto, presto" e con voce seria registra "POMPE FUNEBRI CACCIAGUERRA, PER UN PARADISIACO DOMANI". Non vi racconto quello che successe!!! Immaginate."

Graziella Filippone invece ricorda che: "a Radio Marte mi occupavo di diverse fasce orarie: una pomeridiana intorno alle 15,00 a cavallo col programma di Fiorello che mi precedeva o succedeva...si trattava di un genere frizzante, con piccoli interventi veloci,briosi, divertenti con voce dinamica e musica facile, di ascolto tipico della fascia pomeridiana; inoltre proponevo un programma serale intorno alle 19, genere sofisticato, musica selezionata di generi vari( soul, blues, jazz) brevi informazioni, andamento soft, tranquillo, rilassante...per ascoltatori di qualità, diciamo!ovviamente anche lo stile di conduzione comportava un tono dolce tranquillo accattivante...; mi occupavo inoltre degli spot pubblicitari...Cosa altro ricordo...? ricordo delle difficoltà economiche, del fatto che ci procuravamo i dischi noi stessi, ci mettevamo tanto di tasca nostra per il semplice "crederci"...; ricordo che i trasmettitori erano tali che si andava avanti coi ventilatori per non farli andare in tilt!! (siamo in Sicilia da temperature record!...); ricordo di aver lavorato in radio ubicate nei posti più assurdi, di essermi arrampicata per scalette anguste, su per mansardine impensabili!! e tanto altro..! si faceva di tutto!! però ricordo di più l'entusiasmo, l'unione del gruppo, la solidarietà anche a livello personale tra noi, il sentirsi "gruppo" non solo all'interno e con la finalità della radio: tutto questo si "sentiva" via etere....tutti lo percepivano ed ascoltavano nella nostra voce specie nei programmi in coppia...sono gli anni più belli della mia vita!!!"

La chiusura della concorrente Radio Augusta Centrale fa aumentare ulteriormente l'audience di Radio Marte, molti conduttori di Radio Augusta Centrale passano a Radio Marte: Francesco Fichera, Primo Acireale, Nuccio Baffo, Giuseppe Di Mauro, Franco Tanasi, Susy Puglisi, Graziella Filippone, Gianni D'Anna e Rosario Fiorello. A questi si aggiungono Lino Senatore, Salvino Donzella, Gigi Tripiciano a Attilio Ierna, tutti provenienti da Radio Regione.  A Radio Marte arriva anche Giovanni Amara proveniente da Radio Augusta International che nel frattempo è stata chiusa da Giuseppe Carrubba che è diventato socio di Nuccio Carrubba a Radio Marte. I due non sono parenti ma solo omonimi.

Nel 1982 c'è un ricambio generazionale: molti dei primi collaboratori abbandonano chi per problemi di studio, chi per lavoro, chi per motivi famigliari, arrivano nuovi conduttori, la sede dell'emittente viene nuovamente trasferita in via Megara e infine a Melilli in via Ivrea. A metà degli anni '80 nasce Telemarte,

Radio Marte chiude i battentiel 1983 rimane attiva invece Radio Marte Siracusa satellite assieme a Radio Catania, la sede viene trasferita in via Italia 7 a Siracusa.  Amministratore di maggioranza diventa Francesco Carruba, fratello di Nuccio, che nella seconda metà degli anni '80 aprirà TeleMarte.  

 

Alcune notizie e le fotografie sono tratte RADIOTV SICILIA. (www.sicilia.onderadio.net e da Siciiamedia) che ringraziamo. Si ringraziano altresì Graziella Filippone e Giuseppe Di Maura per le testimonianze fornite.