La Pina

Il suo vero nome è Orsola Branzi, nasce a Firenze il 1970, nel 1973 si trasferisce con i genitori a Milano, dopo le scuole medie inferiori frequenta l’Itsos (Istituto Tecnico Ordinamento Speciale) con indirizzo Comunicazioni Visive, inizia quindi l’attività di educatrice impegnata con bambini con problemi comportamentali che si protrarrà per quasi un decennio. Alla fine degli anni ’80 frequenta la scena del rock indipendente milanese, si iscrive a Bologna alla facoltà di Scienze dell’Educazione. Contemporaneamente scopre l’arcipelago dell’hip-hop italiano,  è il momento delle “posse” che si riuniscono all’Isola del Kantiere dove gravitano tutti i protagonisti del rap bolognese. Con un gruppo di amiche, Le Pine, si cimenta con le prime canzoni, ma è con il definitivo ritorno a Milano che La Pina entra stabilmente nell’hip hop affiancando la posse varesina degli Otierre con la quale si esibisce al Palatrussardi in una serata come opening act dei Patrick Public Enemy. Nel 1992 si avvicina a Radio DeeJay partecipando alla trasmissione di Albertino VENERDI’ RAP (in seguito divenuta ONE TWO), prima come ospite, poi in veste di conduttrice. Nel 1994 inizia a condurre insieme ad Albertino la trasmissione VENERDI’ RAP (poi ONE TWO ONE TWO) curando la posta degli ascoltatori, qui La Pina inizia a sviluppare il suo interesse per il linguaggio per la parola scritta, parlata, rappata, che caratterizzerà i programmi che seguiranno.  Nel 1995 esce l’album IL CD DELLA PINA. Autrice di gran parte delle sue canzoni e anche di testi per altri artisti (per esempio Giuliano Palma), si è affermata come cantante fra l’altro per la cifra ironica più che contestaria dei suo rap e dei videoclip basati sui suoi pezzi, fra gli altri PIOVONO ANGELI (1998) e CORA (2000), intitolato al suo bulldog inglese. Come conduttrice, dopo Radio Dee Jay, è approdata ai microfoni di Radio 2 per condurre la trasmissione IN ARIA nel 1996, nel 1997 debutta in tv su Rai2 nella striscia pre-serale SIAMO NELL’ARIA insieme a Platinette. Nel 1998 approda a Station One con la sit-com radiofonica pomeridiana OTTO TETTE SOTTO UN TETTO.  Nel 1999 torna a Radio DeeJay con PINUP in fascia serale, poi le viene affidato lo spazio del mattino con BONJOUR FINESSE, fra gli altri programmi radiofonici da lei condotti PINA COLADA e  PINOCCHIO.  Nel corso di quest’ultima, incentrata sul rapporto con il pubblico, La Pina giunge ad affidare varie rubriche direttamente agli ascoltatori, riuscendo a stupire con spazi dedicati al linguaggio dei sordomuti e alle lezioni di ballo. Ha affidato al suo buldogg un ruolo anche nelle sue trasmissioni radiofoniche, dove viene ironicamente proposto come “opinione leader”.

Nel 2002 La Pina presenta sul canale satellitare Gay-Tv SESSO IN CONDOTTA e A LETTO CON LA PINA, magazine notturno per parlare di sesso senza tabù. Di recente è stata opinionista al reality show LA FATTORIA su Italia1 ed è autrice del DAITING SHOW, la sottile linea rosa su Fox Life, attualmente è in onda su Radio Dee Jay con PINOCCHIO, “programma di alleggerimento”, nella fascia del drive-time che conduce dal 2001.

 

Nasce a Firenze il 20 giugno del 1970, nel 1973 si trasferisce con i genitori a Milano. Qui dopo la scuola dell’obbligo si iscrive all’ITSOS (Istituto Tecnico Statale a Ordinamento Speciale) con indirizzo Comunicazioni visive. Inizia in questo periodo la sua attività di educatrice impegnata con bambini con problemi comportamentali che si protrarrà per quasi un decennio.
Alla fine degli anni Ottanta frequenta la scena del rock indipendente milanese e dopo le scuole superiori è a Bologna dove si iscrive a Scienze dell’Educazione e scopre l’arcipelago dell’hip hop italiano. E’ il momento delle “posse” che si riuniscono all’Isola del Kantiere dove gravitano tutti i protagonisti del rap bolognese.
Con un gruppo di amiche, Le Pine, si cimenta con le prime canzoni, ma è con il definitivo ritorno a Milano che La Pina entra stabilmente nel circuito hip hop, affiancando la posse varesina degli Otierre con la quale si esibisce al Palatrussardi in una serata come opening act dei Public Enemy. Sono loro a produrre il suo primo album, “Il CD della Pina” (1995) che vede la partecipazione di Esa, Polare e DJ Vigor. Nel 1994 La Pina era comparsa sul loro debutto “Quel Sapore Particolare” e continuerà la collaborazione con gli Otierre in “Dalla sede” (1997). Con la posse nasce un’unione artistica che si protrarrà nel tempo attraverso le sue successive personali uscite discografiche, “Piovono Angeli” (1998) e “Cora” (2000) con i Soul Kingdom. Questi lavori confermano La Pina come una delle più importanti esponenti del rap femminile italiano. Nel 2002 partecipa in qualità di autrice dei testi e di co-produttrice all’album di Giuliano Palma “GP”.

La sua esperienza radiofonica inizia nel 1994 a Radio Deejay insieme ad Albertino nella trasmissione ”Venerdì Rappa” (poi “One-Two One-Two”) curando la posta degli ascoltatori. Qui la Pina ha modo di iniziare a sviluppare il suo interesse per il linguaggio e per la parola scritta, parlata, rappata, elemento ricorrente di tutti i programmi che seguiranno.
Due anni dopo su Radio Due conduce tra le 14.00 e le 15.00 “In aria”, e nel 1997 su Rai Due la striscia pre-serale televisiva “Sanremo in Aria” insieme a Platinette.
Nel 1998 approda a Station One con la sit-com radiofonica pomeridiana “Otto tette sotto un tetto”.
Nel 1999 torna a Radio Deejay con “Pinup” in chiusura della fascia serale del lunedì, poi le viene affidato lo spazio del mattino “Bonjour Finesse” dove il suo bulldog Cora riveste il ruolo di opinionista.

Nel 2002 presenta sul canale satellitare Gay Tv “Sesso in condotta” e “A letto con La Pina”, magazine notturno per parlare di sesso senza tabù. E’ di recente stata opinionista al reality show “La Fattoria” su Italia 1, ed è autrice del “Dating Show” La sottile linea rosa su Fox Life.

Attualmente e' in onda su Radio Deejay con Pinocchio, “programma di alleggerimento” nella fascia del drive time che conduce dal 2001.
(visualizza meno contenuto)