HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo

EZIO LUZZI

Ezio Luzzi nato a Santa Fe, il 10 dicembre 1933, negli anni '50 redattore del CORRIERE DELLO SPORT, poi passa al CORRIERE DELLO SPORT diretto da Antonio Ghirelli che lo lancia nel mondo del giornalismo come inviato. Allievo di Enrico Ameri e di Paolo Valenti, Luzzi inizia la carriera di radiocronista nel 1960 debuttando con la fase finale del Torneo di Viareggio per la quale ha avuto in Ferruccio Valcareggi (poi Ct della nazionale di calcio) un padrino d'eccezione.

Nel 1960 entra a far parte del cast di TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO, dove diventato noto come "l'uomo della serie B" (35 anni al microfono della popolare trasmissione).  Con lui lavorano i migliori radiocronisti sportivi: Roberto Bortoluzzi, Massimo De Luca, Alfredo Provenzali, Cluadio Ferretti, Sandro Ciotti, Enrico Ameri, Piero Pasini, Enzo Foglianese, Beppe Viola, Carlo Nesti, Riccardo Cucchi, Gianfranco Pancani, Paolo Carbone.

A partire dai mondiali messicani del 1970 Luzzi segue sette mondiali di calcio, sette europei e altrettante Olimpiadi, chiudendo la carriera di radiocronista (da caporedattore) dopo i mondiali di Francia del 1998.  Ha condotto anche TENTIAMO IL 13 in onda il sabato mattina, DOMENICA SPORT, MILLEVOCI SPORT e varie rubriche e servizi per il Giornale Radio, fra cui la pagina sportiva all'interno di Gr2 Radiosera. E' stato voce fissa ai mondiali francesi del 1998. Dal 1999 ha condotto con Ernesto Bassignano la trasmissione storico-sportiva HO PERSO IL TRAND, in onda quotidianamente su RadioUno dalle 15,00 alle 16,00.

Nel 1998 Luzzi in televisione come volto fisso del programma TELESOGNI condotto da Claudio Ferretti, ha ricevuto un TeleGatto d'oro da Elettra Marconi, figlia del grande Guglielmo, durante la trasmissione musicale ROXY BAR di Red Ronnie. Con il figlio Paolo, direttore-editore dell'emittente radiofonica locale romana Nuova Spazio Radio. Luzzi noto anche per il suo intercalare "Bene, grazie" rientrando in studio dai collegamenti esterni.