HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo                          

LIGURIA LE RADIO DEL PASSATO

LIGURIA

GENOVA

RADIO GENOVA: mhz 101, via Canevari 189, fra i collaboratori Giulio Morbidelli in arte Supergiulio e Carlo Trapani. Cesserà di esistere nel 1986 quando le sue frequenze saranno cedute a Radio Quasars.

RADIO GENOVA INTERNATIONAL: FM 88,000; 98,400 e 102,000, MHz nasce nella primavera 1975 (seconda emittente collegata a Radio Milano International)  per iniziativa di Francesco D’Alessandro nella casa dei Frati al Righi in via Lavinia 31/18 a Genova Moneglia. Prima a trasmettere in città si avvale della collarazione di Fabio Bonini, Sergio Mancinelli, Luca De Gennaro (Bundo Zero), il tecnico Antonio Ungaro ed il comico Carlo Pistarino con il programma “La Siringa”, demenziale sullo stile di “Alto Gradimento” di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni. Pistarino intervalla la messa in onda di brani musicali con le incursioni di personaggi strampalati e divertenti: il Dott. Latterin (imitando la voce del famoso Ugo Zatterin), il poeta “spontaneo” napoletano Pasquale Casuale, il barista del radiobar Evaristo, il posteggiatore abusivo Gino Lamettaqua, la centralinista Pina di Gallarate. La trasmissione ha un successo clamoroso e con la sua messa in onda alle 13.30 prende tutto il pubblico dei ragazzi che tornano a casa da scuola e non perdono una sola puntata. La radio chiude i battenti nel 1981. Carlo Pistarino ha ricordato così il suo esordio: “Era la solita cena con gli amici……qualche bicchiere di vino e, come sempre, ero al centro dell’attenzione raccontando le mie solite “burle” compiute durante la mia vita di conducente di bus. Risate di tutti gli altri clienti del ristorante che, a quel punto, erano diventati un vero e proprio “pubblico”! Tra di loro c’era il proprietario di Radio Genova International, la seconda nata in Italia (la prima in assoluto fu Radio Milano International), che rimase letteralmente conquistato dal mio modo di affabulare le persone e mi propose immediatamente di andare a lavorare in radio. Addirittura il mattino dopo, uno dei responsabili, venne a cercarmi al capolinea del mio bus per ribadire l’offerta! Iniziò così “La siringa”, il mio programma radiofonico! Era sullo stile di “Alto Gradimento” (un programma radiofonico di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni che ebbe un grandissimo successo). Ovvero intervallavo la messa in onda di brani musicali con le incursioni di personaggi strampalati e divertenti: il Dott. Latterin (imitando la voce del famoso Ugo Zaterin), il poeta “spontaneo” napoletano Pasquale Casuale, il barista del radiobar Evaristo, il posteggiatore abusivo Gino Lamettaqua, la centralinista Pina di Gallarate. La trasmissione ebbe un successo clamoroso e con la sua messa in onda alle 13.30 quotidianamente, aveva preso tutto il pubblico dei ragazzi che tornavano a casa da scuola e non perdevano una sola puntata! Mio diretto concorrente a “Radio Genova Sound” era….. Corrado Tedeschi, anche lui alle prime armi nel mondo radiotelevisivo! Ovviamente il tutto avveniva assolutamente a titolo gratuito, anzi mi costava solo sacrifici per trovare il tempo tra un turno e l’altro del mio lavoro, di andare in radio a registrare le puntate. Quante volte mia moglie è venuta a prendermi all’uscita della rimessa dei bus…..con qualche panino per poi accompagnarmi alla radio!”. Radio Genova International chiuse i battenti nel 1981.  (Ruggero Righini).

RADIO BABBOLEO

BABBOLEO SUONO: seconda rete di Radio Babboleo

RADIO BABBOLEO NEWS: terza rete di Radio Babboleo

RADIO GENOVA SUONO: emittente di Cogoleto attiva dal 1976, qui esordirono Dado (Corrado) Tedeschi e Carlo Pistarino di professione conducente di autobus nel 1976 che poi passeranno entrambi alle tv nazionali e al teatro, il primo come presentatore e attore, il secondo sarà autore e attore anche per il cinema. Fra gli altri collaboratori Anny Castrini. Radio Genova Suono chiuderà i battenti nel 1999 rilevata dal gruppo di Radio Babboleo che darà vita a Babboleo Suono.

RADIO STUDIO 79

RADIO RITMO

RADIO LEM: 88,200 e 102,300 mhz

RADIO CENTRO SOUND: mhz 87,700 e 101.000.

RADIO PRIMOCANALE: emittente tuttora in attività.

TELERADIO ZODIACO: nata da una scissione di Radio Genova Sound, irradiava i suoi programmi dagli 89,000 e 91,200; fra i collaboratori Beppe Nuti, operò per un breve periodo anche un'emittente televisiva, donde il nome.

RADIO ALPHA: emittente di Genova Quarto, mhz 91,300 sede in via Posalunga 60.

RADIO MUSIC INTERNATIONAL: emittente di Genova-Nervi sede via Oberdan 143, mhz 98,000. La sede inizialmente era nella casa di Stefano Poggio (Antonio Ungaro)

RADIO NERVI: emittente di Nervi, fra i collaboratori Enrico Delaiti. mhz 99,400 e 103,800

RADIO TWENTY ONE: Genova

ONDARADIO: mhz 102,100

RADIO KAPPA2 (RADIO KAPPADUE)

RADIO PARALLEO

RADIO GENOVA INCONTRI: mhz 101

RADIO CITTA': via Casaregis 22 Genova, nata per iniziativa del gruppo che diede vita anche a Telecittà.

RADIO MEDITERRANEO 103: emittente di Genova,  nata nel 1975 come emittente pirata per iniziativa di Silverio Diafani e Nino Cortese, prima sede via Porta Soprana 1/1. Nel 1976 diventa effettiva,  la prima sede ufficiale è in via dei Giustiniani nel centro storico di Genova, irradia i suoi programmi dai 95.400-102.600-102.900 FM Stereo Tel. 010291839. Fra gli speaker: Giulio Morbidelli (in arte Supergiulio), Carlo Trapani, Gianpaolo Perungin, Sergio Solari, Giovanni Aquilino, Nino Cortese, fra i programmi: NOCE PELOSA trasmissione di cabaret; NIGHT SERVICE trasmissione soft notturna; COPACABANA programma di musica brasiliana con WILSON WIEIRA regia di Carlo Trapani ed infine ANTEPRIMA MUSIC e CLASSIFICA con Sergio Solari. Radio Mediterraneo diventa anche tv TELERADIOMEDITERRANEO canale 41 con trasmissioni music e dediche in diretta dagli studi di Via dei Giustiniani. Chiude i battenti nel 1979 (Sergio Solari).

RADIO FLASH BUSALLA: emittente fondata da Luigi Bianco (dipendente della raffineria Iplom di Bausalla), Mauro Brasesco (titolare dell'omonimo negozio di radio, tv ed elettrodomestici) e Dodo (fotografo e venditore di dischi) nel 1976. La prima sede era nel retrobottega del negozio di Dodo, in via Vittorio Veneto 2 (tel.tel.010.932221). Tecnico degli impianti fu il non più vivente signor Costa detto "gamba" per la sua bravura nel campo delle telecomunicazioni (..... uomo in GAMBA appunto )già tecnico di Tele Radio City e Radio City "castelletto d'orba" Alessandria. frequenze e postazioni, monte maggio per la valle Scrivia fm 92,5 -150 watt/ monte Leco per l'alessandrino fm 91.7- 500 watt / monte fasce per Genova fm 92,2- 500 watt (impianti costruiti dal signor Costa con transiti a 900 parabole Itelco e antenne Aldena) fantascienza per quei tempi. Programmazione a tutto campo, Dodo curava il liscio 2 ore giornaliere, Luciana un programma dei bambini in onda dalle 17 alle 18, Diego Snaidero curava l'ora di musica classica, Tonino Cipollina e il signor Fulle lo sport, Luigi Barone le classifiche,Paola, Arnaldo Kukki, Picci, Marco, Roberto, Leo, Tambussa, Fettina l'intrattenimento generale, i giochi, le dediche, i quiz.  Nel 1978 nasce anche un'emittente televisiva (Teleradioflash). Nel 1980 entra in società Silvano Rossi di Radio  Genova Time, fra i collaboratori vi è Anny Castrini, voce storica dell'etere ligure. Nel 1983 Luigi Bianco si trasferisce, editore unico diventa Silvano Rossi.

RADIO GENOVA TIME

RADIO NOI: emittente nata dalla fusione di Radio Flash Busalla e Radio Genova Time.

    RADIO MASTER 76

RADIO CAMOGLI (RADIO CAMOGLI STERO): emittente con sede in via  XX Settembre 38 a Camogli, gli studi di produzione erano collocati a Ruta di Camogli sulla via Aurelia che porta alla panoramica di Rapallo. Nacque alla fine degli anni '70, era ascoltabile nel golfo Paradiso e nel Tigullio con una programmazione varia di dediche e richieste che non tralasciavano il folk genovese. Chiuderà i battenti nel 1985.

RADIO BLUE: emittente di Camogli nota anche con la denominazione di Radio Blue 44.

RADIO GOLFO PARADISO: emittente di San Rocco di Camogli, copriva la riviera fino a Savona, attiva dal 1982 al 1985 (Benedetto)

RADIO GAMMA '80: emittente nata nel 1978, a Santo Stefano D’Aveto (GE) in sinergia nazionale con Top Italia Radio che ha conduttori di tutto rispetto come Anna Pettinelli, Giudo Robustelli, Antonio Devia ed altri nomi di successo che vanno in onda con cassette registrate mandate in diretta da circa 100 emittenti sparse in tutto lo stivale, isole comprese, con uno scarto di alcuni minuti, per non insorgere nei divieti di legge. Nel 1987 Radio Gamma si ferma per vari problemi logistici ma l’anno dopo riparte in Radio Azzurra 8 Rete Liguria (Ruggero Righini).

RADIO AZZURRA '88 RETE LIGURIA: emittente nata nel 1988 a Anborzasco, vicino a Santo Stefano D'Avico, in provincia di Genova, per iniziativa di Claudio Sacco (pioniere dell'etere) dalle ceneri di Radio Gamma '80. Il nome deriva dalla Barca Azzurra che proprio nel 1988 partecipa con successo alla Coppa America.

RADIO GAMMA SOUND emittente di Lavagna (La Spezia) nasce nel 1978 in una soffitta di via dei Sivori 19 per iniziativa di Walter Collevecchio, del fratello quattordicenne Diego e del tecnico Ivo Garibaldi. Lo staff della radio è aiutato da altri giovani: Cinzia Lazzarini, Olivia Coppeno, Roberto Vignale, Sandro Farina, Giuseppe Gremo, Enrico. Collabora anche Claudio Chiarla che si evidenzia per la voce calda. La ricetta dell’emittente sono le dediche a gogò in diretta presentate dagli ascoltatori. Ha un ascolto fantastico. Nel 1982 potenzia il raggio di emissione con un’antenna collineare a 4 elementi di 16 metri e con un finale a valvole di 1 kw. Chiude nel 1986 (Ruggero Righini).


RADIO TIGULLIO ACTIVITY

RADIO GENOVA SOUND

RADIO GENOVA CENTRALE: mhz 102,000, sede via Ferretto 13/12 Genova.

RADIO GENOVA FM 101: emittente di Genova nata per iniziativa di Gian Luigi Corti e Marco Paolessi, due ex elettronici della Philips e soci della ELit, società che costruisce banchi di regia dellle prime emittenti radiotelevisive private. La radio locale, con sede nella casa vescovile in via Canevari 189 è una delle prime della città, trasmette sui 101.05 per mezzo di un Philips a valvole ed arriva fino a Bogliasco e Sestri Ponente. Nel cast ci sono anche Giacomo Corti (figlio del fondatore), Giulio Morbidelli (Supergiulio), Carlo Trapani (oggi ideatore di Fnn Network), Gianni Volpi, Franco Avanzini (sport) e Anny Canestrini. Il successo è immediato tanto che l'emittente chiede 50 mila lire per 4 passaggi giornalieri pubblicitari. Nel 1976 (n. 46 del marzo) viene censita dalla Rivista Suono Stereo. Si sposta a Bogliasco vicino alla galleria ma cessa di esistere per motivi economici nel 1986 quando cede a Radio Quasar. (Ruggero Righini).  Giacomo Rossi, figlio del fondatore, ci ha inviato il seguente ricordo:

"Negli anni '60 e successivamente, a Genova non esisteva quasi nulla, escluso qualche "band" - le discoteche non esistevano ancora o almeno ne esistevano pochissime, tipo il PAIPS di Nervi e la Soffitta se non erro, in quel di Genova. Perchè, Vi chiederete, racconto tali avvenimenti?  Sono un "nostalgico" genovese e, mi piace fare dei grandi "remember" storici... Nel Nel 1965 o giù di lì, la Philips toglie la sede in Genova e, manda a casa i suoi elettronici, tra cui mio padre ed un suo amico di cognome Paolessi. Si coalizzano entrambi per il "pane quotidiano" (hanno vari figli) e si industrializzano a creare qualche cosa di nuovo, per i cantanti liguri. Affittano un pezzo di terreno in Via dell'Ombra, proprio vicino a Via Isonzo e, cominciano a costruire le prime casse acustiche giganti da 1.500 watt: ma per chi? Siccome mio padre era stato a suo tempo compagno di classe del padre di Michele, che allora, più o meno dal 1963 era all'inizio de4lla sua carriera, costruiscono, appunto per Michele 2 casse acustiche da 1.500 watt con tanto di aste alte 3 metri. I Woofer erano della JBL fatti arrivare appositamente dall'allora Germania, mentre i midrenge e twitter erano della RCF. Un connubio strano, ma estremamente efficace per le frequenze cantorie di Michele. che rimase entusista di tali opere artigianali. Visto il successo, come dire per "passa parola", si costruirono altre casse acustiche per Bruno Lauzi, Joe Sentieri, Gino Paoli, per quel che mi ricordo. C'è di più ancora: La ditta di mio padre. dopo aver lasciato la Philips, si chiamò ELIT e, nel tempo, diventammo agenti (io) plurimandatari della IKEGAMI (telecamere a colori da studio), casse acustiche della Deltec di Como, mixer a colori audio e video della Sony, aste, microfoni tedesci con molettina, etc.  Vi ricordare di TVS? Di Telerapallo, di Telegenova, di Telenord etc.? Io sì e molto oso dire, perchè "noi", fummo quelli che costruirono i banchi di regia delle prime televisioni e radio non solo di Genova ma anche in Italia. Partecipai, così a tantissimi meravigliosi ricordi di "fatica", , come quello di un Natale a Telegenova, che durante la finitura di lavori, essendo carente di un "cameramen" mi chiesero di farlo gratis per loro. Due telecamere in diretta tra cui " Coleman ed io " vi era allora Gian Luigi Corti - padre -). Ebbi anche la fortuna di aver conosciuto il padre di Carlo Trapani, quello di oggi che ha la sua FNN Networck., e tanti altri signori legati alle prime tele-radio genovesi, come Alberto e Michele Monti ed altri delle riviere.

Sulle frequenze del tempo, quando si potevano occupare con un determinato segnale di frequenza, io ed altri amici, con l'aiuto di mio padre buonanima che lavorava in quegli anni alla Philips di via Isonzo (reparto elettronica) ci mettemmo in quattro per realizzare la ns. radio pirata. La frequenza che usavamo era 101.05. Noi trasmettevamo allora, nella casa vescovile sopra a via Carso (mio padre conosceva il Vescovo di Genova per...lavori) abbastanza vicino ove oggi, vi è il ripetitore della RAI. L'antenna era posizionata all'interno (sul tetto) del palazzo che è contornato da muri alti; praticamente, poteva sembrare un ramoscello ma, non si vedeva quasi affatto.  Il Trasmettitore era un Philips a valvole donato da mio padre (la Philips voleva buttarlo via); altri apparati per trasmettere tra cui i primi giradischi stroboscopici della Lenco e Mixer di La Fauci. Siccome eravamo "misci", abbiamo realizzato i primi "sponsor" nella zona tra Manin e la fermata superiore della funicolare del Righi. Chiedevamo allora 50 mila lire per 4 passaggi giornalieri. La faccenda funzionò egregiamente, tanto è vero che, in seguito ci spostammo a Bogliasco. Infatti, il nostro segnale arrivava sino a Bogliasco e Sestri Ponente. Considerando tal fatto, come detto, ci spostammo sopra al tetto della casetta rossa a fianco della galleria di Bogliasco, con una antenna più potente ed altre apparecchiature più valide. Cosa è successo dopo? Per problemi di forniture varie, si dovette vendere la frequenza.

Giacomo Rossi.

 

TELERADIO INDIPENDENTE: emittente nata con la denominazione di Radio Indipendente, aveva sede a Boissano, nell'entroterra di Loano, fondatore Roberto Airaldi, era finanziata dalle pubblicità delle aziende della zona e trasmetteva 24 ore su 24. Gli speaker erano ragazzi della zona: Donato Monticelli, Peppo il folle, La Pia, La Gatta e altri ragazzi della zona. I programmi erano ricchi di quiz con premi in palio, inoltre gli ascoltatori potevano partecipare al programma di dediche indiretta dove potevano scegliere il brano da dedicare. Dopo un  paio d'anni Roberto Airaldi fondò la televisione a Ceriale, quindi venne assunto il nome di Teleradio Indipendente, la tv venne venduta a un'altra società dopo un anno.  La radio cesserà di esistere all'inizio degli anni '90 (testimonianza di Donato Monticelli).

RADIO LEVANTE: emittente di Rapallo, irradiava i suoi programmi dagli 88,500; 93,600; 96,600 e 103,200 mhz;  aveva una programmazione prevalentemente anni '60 e di liscio. La sua area di copertura era la zona costiera da Rapallo alle Cinque Terre e Fontabuona. Dopo un cambio di gestione (Luca Parrino e la famiglia Foppiani rilevano l'emittente dai fondatori) e di target con proposta di musica per giovani, nel el marzo 1999 ha cessato di esistere cedendo le sue frequenze a Radio Zeta.

RADIO TEMPIO DELLA MUSICA:  Fm 94.5, 98.1, 100. 3 acronimo dall'omonimo negozio di dischi di S.Anna di Rapallo, trasmette da via Castagneto 62 a Rapallo, attiva dal 1985 al 1987.

RADIO PORTICCIOLO: emittente di Rapallo, irradiava i suoi programmi dai 90,300; 99,300 e 102,500, nacque il 17 dicembre 1976 per iniziativa di Nino Canacari come sdf, nel 1979 la sdf viene trasformata in snc e responsabile diventa Emanuele Bafico. Con la seconda gestione Radio Porticciolo trasmetteva dai 104,000 mhz e fu la seconda emittente della zona a nascere dopo Radio Riviera, dove lo stesso Baffico aveva lavorato a soli vent'ani prima di passare a Radio Porticciolo.  Molto frizzante e professionale trasmette per il Tigullio ed oltre. Il nome Porticciolo era quello di una nota discoteca di Rapallo vicina alla radio.  Con l’avvento della legge Mammì, dopo aver ripetuto per un certo periodo il segnale di Mtv Europe chiude nel 1995 restando la più longeva delle stazioni rapallesi. (Ruggero Righini). Un ringraziamento ad Emanuele Bafico per alcune precisazioni.

RADIO GENOVA EST: storica emittente di Genova nata per iniziativa di Luigi Fontanesi, prima sede in via Piacenza, successivamente trasferirà la propria sede in via San Felice 1 sempre a Genova, fra i collaboratori Enrico Pessicola, chiuderà i battenti nel 1998 (Claudio Gambaro). http://www.youtube.com/watch?v=4gEeU0HKYz4

RADIO GENOVA OVEST

RADIO GENOVA NORD

RADIO VAL VERDE

RADIO COSMO 78 VALPOLCEVERA: fra i collaboratori Enrico Pessigola.

RADIO CITTA' FUTURA: emittente nata nel 1975 trasmetteva dalla sede del Pci di Chiavari, irradiava i suoi programmi dai 94,000 mhz, chiuse i battenti a metà degli anni '80.

RADIO L'UNA

RADIO STAR MUSIC

RADIO ITALIA STEREO: fra i collaboratori Enrico Pessicola.

RADIO STEREO 79: mhz 95,500

RADIO SPECIAL

RADIO 19: emittente de Il Secolo XIX, tuttora in attività

RADIO SALAFRICA 2001

RADIO GENOVA 2000: mhz 95,700

RADIO SAN GOTTARDO 1: emittente di Genova, mhz 98,200

RADIO ALDEBARAN: emittente di Chiavari nata nel 1976 ancora oggi in attività.

RADIO STEREO EXPERT 96: emittente di Chiavari, mhz 96,000

R.K.R.: emittente di Genova-Sestri

RADIO CITY: emittente di Genova

RADIO LIGURIA 1: emittente di Genova, negli anni '80 ci lavorò Roberto Arnaldi, detto Robertino, ex di RadioMontecarlo, fra i programmi cult ricordiamo il comico-demenziale, ONDE STORTE!, scritto e condotto da Filippo Sarti, Mauro Cavallero e Marco Vimercati (http://www.ondestorte.it/credits.htm).  Fra gli altri collaboratori Giulio Perlot (conduttore su TeleCittà di IO E VOI) che conduce CIAO TI RICORDI e Sergio Mori. Affiliata al circuito Top Italia Radio Tir.

RADIO MONTE 77: emittente di Genova Sestri

RADIO ECLISSE 82: emittente di Sestri Levante, irradiava i suoi programmi dai 90,400; 91,000; 97,000 e 105,400; nel gennaio 2000  ha ceduto a Radio DeeJay, notevole la copertura (Tigullio, valli Fontanabuona, Graveglia, Aveto, Trebbia, Vara).

RADIO SAN GOTTARDO: emittente di Genova probabilmente denominazione originario di Radio San Gottardo 1.

RADIO FM 101: emittente di Genova

RADIO LUNA: versione ligure della romana Radio Luna, nacque nel 1978, irradiava i suoi programmi dai 98,100; 98,305; 98,600; 98,750 e 102,300, sede in via Corea 23/R a Genova. Nel 1988 aprì anche una redazione ad Alassio.

RADIO AZZURRA 86 RETE LIGURIA: emittente di Santo Stefano d'Aveto

RADIO STELLA

RADIO K2: mhz 92,200 Genova Sestri Ponente.

RADIO TORRE GENOVA: emittente attiva dal 1977

RADIO CITY GENOVA

TELERADIO ANCORA: 99,600 e 103,000 mhz

RADIO REPORTER: emittente di Genova vicina nel Psi, nacque nel 1976, cesserà di esistere nel 1996 quando la sua frequenza (89,200) viene ceduta a Radio 103. E' esistita anche una Tv Radio Reporter, non sappiamo dire se la tv abbia mai operato.

RADIO GENOVA REPORTER

RADIO NOSTALGIA: emittente ancora in attività.

RADIO RIVIERA RAPALLO: nacque nel 1975, irradiava i suoi pogrammi dai 104 mhz, fu una delle primissime radio libere della Liguria (la tv non sappiamo se discenda o meno dall'attuale Tele Liguria). Ben presto le trasmissioni radiofoniche sono irradiate anche da due altre frequenze: 88.25 e 98 ed il suo raggio di copertura (principalmente il Tigullio) gli consente di raggiungere molto bene il tratto di costa, e parte dell'entroterra, da Sestri Levante alle porte di Genova, raggiungendo anche numerose località del Ponente ligure. L'emittente aveva la sua sede all'interno del castello sul Lungomare Vittorio Veneto e faceva soprattutto programmi di dediche e richieste. Era collegata a TeleLiguria, con la quale condivideva gli studi siti nell'affascinante castello medioevale. Chiude verso la metà degli anni ‘80 (Ruggero Righini).

RADIO RAPALLO 2000: emittente che trasmetteva da un piccolo appartamento in via Cairoli 8/4, nacque nel 1977, per iniziativa di un appassionato di musica rock, irradiava i suoi programmi dai 99,900 mhz, proponeva ogni genere di musica durante l'intera giornata, soprattutto rock e musica italiana. Schiacciata da emittenti più grandi cessa di esistere all'inizio degli anni '80 (Ruggero Righini).

RADIO PUNTO CITY Rapallo (Genova) Fm 88 nasce nel 1979 dall’idea di due fratelli proprietari di un negozio di elettrodomestici ed appassionati di radiofonia. Si evidenzia per la programmazione "non-stop-music" di buona qualità e soprattutto, poco frequente nel tempo, senza quasi l'ausilio di voci conduttrici. Ma non decolla e chiude nel 1981 (Ruggero Righini).

RETE CHIAVARI

RADIO CHIAVARI: emittente attiva dal 1988 al 1992, irradiava i suoi programmi dai 100,6 e dai 101,600 mhz, trasmetteva dal centro di Chiavari e aveva una programmazione basata su tanta musica e poche parole.


RADIO STEREO INTERNATIONAL:
mhz 95,400 e 106,000 fu affiliata a Tir.

RADIO ANTENNA LIGURE: Fm 90, 92.4, 94.3, 94.5, 98.5  attiva dal 1986 al 1993, trasmette dalle Acli di Chiavari con un'ottima copertura, buona musica e tante voci. Nasce  su progetto di alcuni attivisti delle ACLI che per dare voce al loro movimento e anche per avere un gruppo di giovani al loro seguito decidono di aprire una radio. Il primo gruppo di ragazzi fondatori sono i "reduci" di Radio Music Star: Gianluigi Pavone, suo cugino Riccardo Sanguineti (tecnico RF oggi informatico), Luca De Santis (il conosciutissimo Pac Man), Fabio De Zan, Fabrizio Simonelli, Luca Diana (Direttore), e i collaboratori: Davide Lentini, Andrea Costa, Claudio Chiarla, Stefano De Martini, Renata Ghigliotti, Paola Perrona, i fratelli Franchini, Sergio Bannino, Claudio Longinotti, Michele Simoni.... La maggior parte dei trasmettitori è autocostruita o di provenienza "surplus", cioè vecchi apparati acquistati ai mercatini o alle fiere dei radioamatori e poi risistemati. Dal 1987 in poi entra a far parte del circuito Top Italia Radio con il quale condivide una parte di programmazione nelle fasce orarie 10/12 e 17/19. I programmi del TIR  arrivavano in cassetta, fino al 1992, dopodichè in seguito a un breve periodo di prova via ponte radio, cessano. Il segnale diffuso da vari ripetitori coprono la costa da Chiavari fino a Moneglia e Lavagna, Rapallo, S. Margherita Ligure, rendendo la radio una delle emittenti più seguite del Tigullio. Cessa di trasmettere nell'estate del 1993 a causa di vari e controversi problemi interni (Ruggero Righini).

RETE IDEA: emittente di Cornigliano, sede via Elsa 11/2, creata da Andrea Laudicina, frequenze mhz 89; 91,700 e 105,450, fra i collaboratori Paola Fasce. Negli anni '80 assume la denominazione di Rete Idea Network. L'editore darà anche vita a Tele Alta Italia.

RADIO QUASARS: Emittente fondata nel 1978 in un garage sulle alture di Recco (Genova) strada per Megli, dall'idea e dall'amicizia di un gruppo di compagni di scuola del liceo scientifico di Recco (Massimo Bisso, Federico Lorenzotti, Domenico Zambarelli, Giancarlo Piccitto, Monno Michele, Danilo Carbone e Danilo Machiavello che rilevano le frequenze della storica Radio Genova. L'emittente irradia i suoi programmi dai 91,300 mhz; 95,700 e 96,700.  "La stella in fm" propone programmi di cantautori, folk, country ,rock ecc. I programmi sono molto parlati e c'è un forte collegamento con le aree giovanili del territorio. Direttore dei programmi Francesco Landi, l'emittente aveva una programmazione dance con poche parole. Fra i collaboratori Enrico Delaiti, Flavio Vidulich, Maurizio Fiore, Angelo Maizzi, Roberto Graiani e Anny Castrini. Nel 1981 una parte dei soci cede tutte le quote a Domenico Zambarelli e a Fausto Ortolani che cambiarono la denominazione in Rete Quasars e la renderanno più commerciale.  Rete Quasars chiuderà i battenti nel 1992. (Un ringraziamento a Federico Lorenzotti (collaboratore dell'emittente) per alcune precisazioni che ci ha inviato.


DISCO RADIO: in Liguria il 5 maggio 2006 cede le sue frequenze a Radio Dimensione Suono.

RADIO CHIAVARI POPOLARE: emittente attiva già nel 1976.

RADIO CENTER: mhz 94,200 e 95,500

STUDIO 99: emittente con sede in via Marassi 9/3, mhz 99

RADIO REPORTER GENOVA: storica emittente con sede in via San Luca ha cessato di esistere nel 1998 quando le sue frequenze furono rilevate da Radio 103.

RADIO STUDIO UNO: mhz 97,200.

RADIO MIRAGE

RVS ERREVUESSE: 99,450 mhz

IDEA RADIO: storica emittente genovese che chiuderà i battenti nel 1987, dalle sue ceneri nascerà Radio Lanterna City.

RADIO SAMPIERDARENA1

RADIO LANTERNA CITY: fm 106.050 e 107.950 nasce l'1 agosto 1987, dalle ceneri di Idea Radio, per iniziativa di Rino Baselica (noto commerciante del Ponente) ed altri ex di Radio Sampierdarena 1 La sua sede era in via Cella 105 a Sampierdarena (tel.010/459477), successivamente si trasferirà sede in via Gioberti 9 a Sampierdarena, direttore Giorgio Vacatello. Era una radio con programmi autogestiti dai conduttori e con lo speaker che faceva anche la regía, fra i collaboratori Gianni Madruzzato (che conduceva un programma di musica soul, groove, funky e dance '70 e '80) che ricorda: "il palinsesto era arricchito con rubriche in dialetto, liscio, programmi per bambini, sport, attualità, il tutto con telefonate in diretta da parte degli ascoltatori".  Negli anni '90 l'emittente viene rilevata da una cooperativa ma la programmazione non cambiò, a parte il subentro di musica straniera prima bandita, programmi dance molto seguiti. La base era però sempre quella della radio della gente, libera a tutti. La sua caratteristica era quella di trasmettere solo musica italiana. E' stata l'ultima radio libera di Genova ha infatti chiuso i battenti nell’agosto 2005 lasciando posto sulle sue frequenze a Radio Italia e a Rtl 102,5 (Ruggero Righini).

 RADIOVALPOLCEVERA SOUND: emittente di Genova-Rivarolo

RADIO TELE SPAZIO LIBERO: mhz 92,900; 96,900; 99,200 e 89,200.

RADIO NUOVO LIDO: emittente di Genova, trasmetteva da via della Zebra 10, si entrava nel portone e si scendeva un piano, irradiava i suoi programmi dagli 89,900 mhz. Gli adesivi dell'emittente era appiccicati in tutta la città (ricordo di Claudio Gambaro). Fra i collaboratori Enrico Pessicola, Massimo Viviani e Francesco Pisani.

RADIO PORTOFINO: emittente nata nel 1975, mhz 102; 102,300; 88; 91,100 e 89,300. Trasmetteva dal grattacielo di Lavagna in via Rezza 20 ed aveva una copertura notevole. Si conquistò da subito il primato di emittente più ascoltata nei locali pubblici grazie alla raffinatezza della programmazione e della conduzione. Molti la definivano affettuosamente la "RadioMontecarlo" di casa. Successivamente trasferirà la sua sede a S.Salvatore di Cogorno, quindi a Chiavari in via Martiri della Liberazione 36/2-4 responsabile dell’emittente era Paolo Forlani. Radio Portofino trasmetteva le hit italiane e straniere del momento senza dimenticare i successi di sempre. Fra i collaboratori Marina Ravera (poi a Radio Tigullio, Entella Tv, e TeleGolfo). Successivamente trasferì la propria sede a Chiavari in Via Martiri della Liberazione arrivando a coprire una vasta parte della riviera di Levante e ottenendo ascolti di tutto rispetto. Nel corso degli anni ridimensiona copertura e ascolti fino a cambiare editore all'inizio degli anni '90 e a chiudere i battenti intorno al 1995 (Ruggero Righini).

RADIO VOLTRI UNO

SEGNALE ITALIA LIGURIA: mhz 105,550 dal monte Beigua.

RADIO MERIDIANO 9

RADIO AMICI CERTOSA: emittente di Rivarolo

RADIO GENOVA 7

RADIO EUROPA: emittente di Genova, mhz 103,700, per un certo periodo operò anche la tv donde il nome di Teleradio Europa.

RADIO CENTRO: emittente di Genova

RADIO MONTE GAZZO: emittente di Genova-Sestri

RADIO MAGIC SOUND: emittente di Genova, fra i collaboratori Enrico Delaiti.

RADIO DIMENSIONE SOUND DUE

RADIO DONNA

RADIO GENOVA 78

RADIO GENOVA 76: emittente nata nel 1976, mhz 90,600.

CUORE IMMACOLATO DI MARIA: emittente religiosa di Rezzoaglio.

RADIO 2001

RADIO ANTENNA BLU RADIO RMG: emittente di Genova, fra i collaboratori Daniele Vecchiotti

RADIO ANTENNA CITY

RADIO LATTE E MIELE

TELE RADIO PACE

RADIO CRETO: mhz 98,600 e 100,400.

RADIO RECCO: via XXV Aprile 19 Recco.

RADIO SQUONK: emittente di Recco che derivava il suo nome da una canzone dei Genesis, fu attiva nei primi anni '80 (Benedetto)

RADIO BABYLON: nasce nel maggio 2003 nel laboratorio Buridda della sede dell'ex facoltà di Economia e Commercio in via Bertani a Genova e trasmette illegalmente senza concessione per circa cinque mesi sui 106.100 MHz con una potenza di 40 watt (contro i 15 mila di una normale emittente). Alle 11 del 30 ottobre 2003 viene sequestrata dalla polizia postale e la Digos intervenute per smantellare e requisire tutte le attrezzature. L'operazione, autorizzata dal gip, viene motivata dal disturbo che le radiofrequenze pirata avrebbero arrecato in due occasioni a quelle dei vigili del fuoco della provincia di Savona. All' esposto dei pompieri ce n'è anche un secondo, presentato da Radio Italia Solo Musica Italiana, che imputa all' emittente analoghi disturbi arrecati alle proprie trasmissioni. Funzionari e agenti della postale e della Digos, accompagnati da una ventina di poliziotti del reparto mobile in tenuta antisommossa, si presentano al cancello dell' ex facoltà occupata. Nonostante le proteste il sequestro di antenne, apparecchiature, computer e altro materiale si svolge senza grossi problemi. Soltanto un po' di tensione all' esterno quando i ragazzi del Buridda si sentono provocare da un passante e iniziano urla e cori sfociati poi in accuse alla celere. Gli agenti sequestrano tutte le strumentazioni cablate per un valore totale di 2 mila euro. I disobbedienti del movimento genovese annunciano una pubblica assemblea per la sera stessa alle 21 con l'intenzione di tornare a trasmettere già dal giorno dopo mentre gli avvocati del Social Forum nominano periti specializzati per verificare le emissioni contestate dalla magistratura. I precedenti di legge in materia di radio pirata sono piuttosto controversi. Attualmente nella penisola trasmettono diverse emittenti illegali tra cui Radio Onda d'Urto e Greco Tv. Probabilmente Radio Babylon sarebbe sopravvissuta ancora un po' di tempo se non fosse andata a sovrapporsi su frequenze di emergenza, provocando quindi un' interruzione di pubblico servizio (questo il capo d' imputazione assieme alla mancanza di concessione di frequenze). In attesa di poter tornare a trasmettere sul web la radio pirata vive su Radio BabylonHYPERLINK "http://www.facebook.com/event.php?eid=162920357095483" Live | Facebook (Ruggero Righini). «Ci sembra difficile che una radio che si fatica a sentire in piazza De Ferrari possa intromettersi sulle frequenze dei vigili del fuoco di Savona - dichiara l' avvocato Laura Tartarini, consigliere comunale di Rifondazione Comunista e legale dell' area dei centri sociale - stiamo pensando ad una perizia anche se al momento non può avere valore visto che la denuncia è nei confronti di ignoti. Ci sembra un provvedimento esagerato. E' stata sequestrata attrezzatura molto costosa, forse sarebbe bastata un' ingiunzione, dei sigilli». «Si vuole colpire il diritto a comunicare in un paese dove Rete 4 diffonde abusivamente e un politico monopolizza l' informazione» gli fa eco Matteo Jade, portavoce dei "disobbedienti". L'emittente diffonde un comunicato: "IL SEQUESTRO DEGLI IMPIANTI DI RADIO BABYLON E' BASATO SU DATI ERRATI!!! perchè: 1° LE BANDE DI FREQUENZA UTILIZZATA PER SERVIZI CIVILI E/O MILITARI AL DI FUORI DELLE TRASMISSIONI FM NON SONO SUPPORTATE DAL TRASMETTITORE USATO. 2° I COMPONENTI UTILIZZATI PER LA COSTRUZIONE DEL TRASMETTITORE NON LAVORANO ALLE FREQUENZE IN CUI SI DICHIARIANO I DISTURBI 3° L'EMISSIONE DELLE FREQUENZE ARMONICHE (DISTORSIONI) DELL'APPARATO SONO TALMENTE INSIGNIFICANTI DA NON RIUSCIRE AD ARRIVARE ALL'ANTENNA CHE PERALTRO E' STATA CORRETTAMENTE REGOLATA GRAZIE AD APPOSITO STRUMENTO (ANCH'ESSO SEQUESTRATO) PER CUI NON PUO' PRESENTARE USCITE DI ARMONICHE CON POTENZE SUPERIORI AI 10 milliWATT CHE NON E' SUFFICENTE A SUPERARE NEANCHE UNA RECINZIONE, FIGURIAMOCI A SAVONA! comunque, l'esame spettrografico e i dati tecnici relativi all'apparato di trasmissione lo travate a questo link: http://www.pcs-electronics.com/en/products.php?sub=fm_kits sotto la voce MAX PRO 7W troverete anche l'esame spettrografico che viene effettuato su tutti gli apparati prima della consegna e tutte le caratteristiche tecniche / costruttive. IL SEQUESTRO E' STATO FATTO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE PER CENSURA POLITICA! PURTROPPO IL "PROGETTO 2" è in fase di avanzata realizzazione, quelli della Loggia P2 ai timoni del paese Italia, e stanno facendo l'operazione di pulizia nei media IN TUTTA ITALIA. Bisogna Opporsi CON DETERMINAZIONE a queste che sono censure da stato totalitario. mi si dirà... MANCA LA CONCESSIONE... e allora? RETEQUATTRO NON HA CONCESSIONE ma gode di continue proroghe da parte delle istituzioni... RADIOVATICANA entra nei citofoni di quartieri interi (e probabilmente di quanti altri mezzi di pubblica utilità)... CI SI PREOCCUPA DI FAR CHIUDERE RADIO BABYLON!!! come sempre in italia non ci si accorge della infondatezza delle cose... comunque, RADIO BABYLON E tutti quelli che vogliono, in base alla legge mammì (di cui riporto in seguito stralci) prevede la CONCESSIONE PER "RADIO COMUNITARIA" nella quale entra in gioco il SINDACO DI GENOVA (Pericu) il quale ha la possibilità LEGALE di fare richiesta al Ministero di concessione e di concedere deroga provvisioria in attesa della definitiva concessione. La concessione ha dei costi, che però i genovesi possono sicuramente far fronte. Sicuramente la volontà politica di consiglieri comunali, assessori, sindaco e soggetti politici e sociali genovesi hanno la possibilità e le potenzialità di risolvere questa situzione al meglio... serve la volontà di tutti. Da parte di Radio Lanterna Rossa è CONTRO LA CENSURA POLITICA EFFETTUATA AI DANNI DELLA COLLETTIVITA' E DI CHI LAVORA IN RADIO. ho saputo che purtroppo sono stati sequestrati anche fogli di appunti in cui erano segnati anche numeri di telefono, NON CI VUOLE EINSTEIN per essere sicuri che staranno indagando... e che cercheranno di far passare dei guai a qualcuno... DUE PROPOSTE: La prima è che bisogna aiutare economicamente RADIO BABYLON per ripristinare le trasmissioni regolari in FM LA seconda, in difesa di chi sarà chiamato in causa dalla magistratura è L'AUTODENUNCIA DI MASSA... ovvero, bisogna trovarsi in tanti (almeno 500 persone) dandosi appuntamento in tribunale e autodenunciarsi, cercando di almeno rallentare la macchina punitiva e SOLLEVARE LA QUESTIONE POLITICA NAZIONALE DELLA CENSURA oltre che sensibilizzare chi di competenza ad attivarsi per la concessione. basta volerlo. politicamente. da parte dei sogggetti politici e sociali interessati. ****ora una cosa che voglio sia chiara*** ci sono voci che "qualcuno sapeva"... EBBENE, LA MIA POSIZIONE E' QUESTA, dopo aver verificato con persone di fiducia: NON CREDO ASSULUTAMENTE CHE NESSUNO ALL'INTERNO DELLA BURIDDA E DELLA RADIO SAPEVA IN ANTICIPO. d'altronde e qui faccio filosofia politica, negli anni e in altre occasioni, altre volte è capitato che qualcuno "sapesse"... NON VEDO NULLA DI MALE, ANZI PUO' ESSERE ANCHE UNA BUONA TATTICA PER EVITARE DI FAR PASSARE GUAI A CHICCHESIA, PER EVITARE SCONTRI FRONTALI CON FORZE DELL'ORDINE, (certe resistenze non evitano lo scopo prefisso... le forze dell'ordine vanno sempre fino in fondo....) E COMMETTERE L'ATTO DI SEQUESTRO QUANDO NON CI SONO PERSONE CHE LAVORANO ALL'INTERNO DELLA RADIO. PER POI AVVIARE LA BATTAGLIA POLITICA IN MODO SERIO PER LA DIFESA DELL'ESPROPRIO PROLETARIO DELL'ETERE. io non vedrei male un/dei leader(s) che abbiano fatto ciò... sono convinto però che siano stati i magistrati a decidere di usare il giorno della mancata uscita dei giornali onde evitare complicanze momentanee e farsi le loro indagini con comodo... se qualcuno si è sentito la merda* addosso forse adesso può capire quando è stata tirata addosso ad altri come ci si possa sentire ed umanamente gli sono vicino... *merda: cose non veritiere ricordiamo che la verità esce sempre e che le voci infondate valgono quello che valgono cioè NIENTE. e come dice De Andrè: "dai diamanti non nasce niente dalla merda nascono i fiori" DIFENDIAMO RADIO BABYLON! alby. ECCO GLI STRALCI DELLA LEGGE MAMMI': "La concessione per radiodiffusione sonora è rilasciata per radiodiffusione a carattere commerciale o a carattere comunitario sia nazionale che locale. La radiodiffusione sonora a carattere commerciale è esercitata dai soggetti di cui ai commi 7, 8 e 9. La radiodiffusione sonora a carattere comunitario è caratterizzata dall'assenza dello scopo di lucro ed è esercitata da fondazioni, associazioni riconosciute e non riconosciute che siano espressione di particolari istanze culturali, etniche, politiche e religiose, nonché società cooperative costituite ai sensi dell'articolo 2511 del Codice civile, che abbiano per oggetto sociale la realizzazione di un servizio di radiodiffusione sonora a carattere culturale, etnico, politico e religioso, e che prevedano nello statuto le clausole di cui alle lettere a), b), e c), dell'articolo 26 del decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577, ratificato, con modificazioni, della legge 2 aprile 1951, n. 302. La relativa concessione è rilasciata senza obbligo di cauzione, sia in ambito nazionale che locale, ai soggetti predetti i quali si obblighino a trasmettere programmi originali autoprodotti che hanno riferimento alle istanze indicate per almeno il 50 per cento dell'orario di trasmissione giornaliero-compreso tra le ore 7 e le ore 21. Non sono considerate programmi originali autoprodotti le trasmissioni di brani musicali intervallate da messaggi pubblicitari e da brevi commenti del conduttore della stessa trasmissione, così come indicato nel regolamento di cui all'articolo 36. Non è consentita la trasformazione della concessione per la radiodiffusione sonora a carattere comunitario in concessione per radiodiffusione sonora a carattere commerciale." "Le concessioni sono rilasciate alla radiodiffusione a carattere comunitario fino al 25 per cento del totale delle concessioni assegnabili in ogni ambito o bacino sulla base delle frequenze disponibili. Il rilascio della concessione avviene sulla base di criteri oggettivi che tengano conto della potenzialità economica, della qualità della programmazione prevista e dei progetti radioelettrici e tecnologici. Per i richiedenti che abbiano già effettuato trasmissioni radiotelevisive si tiene anche conto della presenza sul mercato, delle ore di trasmissione effettuate, della qualità dei programmi, delle quote percentuali di spettacoli e servizi informativi autoprodotti, con particolare riguardo per i soggetti ammessi ai benefici di cui all'articolo 11 della legge 25 febbraio 1987, n. 67, del personale dipendente con particolare riguardo a quello con contratto giornalistico e degli indici di ascolto rilevati. In sede di rinnovo si tiene altresì conto delle eventuali sanzioni comminate ai sensi della presente legge. Con il regolamento di cui all'articolo 36 sono stabiliti le modalità ed ogni altro elemento utile per il rilascio e per il rinnovo della concessione. È comunque requisito essenziale per il rilascio della concessione in ambito locale l'impegno dei richiedenti a destinare almeno il 20 per cento della programmazione settimanale all'informazione locale (notizie e servizi) e a programmi comunque legati alla realtà locale di carattere non commerciale. La concessione in ambito nazionale è rilasciata con decreto del Ministro delle poste e delle telecomunicazioni, sentito il Consiglio dei ministri. La concessione in ambito locale è rilasciata con decreto del Ministro delle poste e delle telecomunicazioni." "I concessionari privati per la radiodiffusione sonora e televisiva in ambito locale sono tenuti a trasmettere programmi per non meno di otto ore giornaliere e per non meno di sessantaquattro ore settimanali. Su quest'ultimo limite si calcola la percentuale di programmi informativi locali prevista dal comma 18 dell'articolo 16." "Ai concessionari privati o in ambito locale a carattere commerciale, che abbiano registrato la testata radiofonica o televisiva giornalistica presso il competente tribunale, che osservino le disposizioni di cui ai commi 1, 2 e 3 dell'articolo 9 della legge 25 febbraio 1987, n. 67, e che trasmettano quotidianamente, nelle ore comprese tra le 7 e le 23, per almeno tre ore se trattasi di radiodiffusione sonora e di un'ora se trattasi di radiodiffusione televisiva, programmi informativi autoprodotti su avvenimenti politici, religiosi, economici, sociali, sindacali o culturali, nonché ai titolari di concessione per radiodiffusione sonora a carattere comunitario si applicano i benefici di cui all'articolo 28 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni ed integrazioni, e all'articolo 11, comma 1, lettere a) e b), della legge 25 febbraio 1987, n. 67. " ED INFINE LA COSTITUZIONE ITALIANA: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione" Costituzione della Repubblica Italiana -- art. 21".

 

 

IMPERIA

RADIO IMPERIA

RADIO STEREO IMPERIA  mhz 101,500

RADIO CAPO BERTA: emittente di Diano Marina (Imperia) nata il 23 aprile 1977, cesserà di esistere rilevata da Radio Onda Ligure 101

RADIO TRIGETTO

RADIO INTEMELIA: emittente di Ventimiglia nata l'11 movembre 1976 per iniziativa di Renzo Devoto: "Era un sogno che cullavo fin da bambino. Sognavo tutte le trasmissioni musicali". La radio apre le trasmissioni con interviste ai grandi cantanti di ieri: Claudio Villa, Nilla Pizzi, Giorgio Consolini, Luciano Tajoli, Gino Latilla, Achille Togliani, Narciso Parigi, Enrico Musiani, Betty Curtis e passa brani degli anni ’50 e ’60 evidenziandosi dalle altre emittenti sorte nella zona di emissione. Tra i primi programmi: "IL CERVELLONE", "ALBUM DI RICORDI", "IL ROMPISCATOLE", "TOTOREGIONE", "HO SCELTO PER VOI", "CANTA SPORT", “IL DEDICONE”. Trasmette in tutta la zona intemelia: Ventimiglia - Vallecrosia - Bordighera - Ospedaletti - Sanremo - Arma di Taggia e tutte le zone limitrofe e in Costa Azzurra e oggi anche su Internet. Una delle trasmissioni più seguite ancora oggi è senza dubbio "IL DEDICONE", un lungo spazio della domenica mattina dedicato agli ascoltatori che, telefonando, possono scegliere i brani da ascoltare e dedicarli. La radio organizza il  "CANTAESTATE" che si svolge normalmente il primo mercoledì dopo ferragosto e che è giunto alla sua 33esima edizione, spettacolo nato per incontrare il pubblico e salutare l'estate che sta per terminare. Alcuni dei "nomi" che hanno partecipato: Nek, Sabrina Salerno, Joe Squillo, Sandro Giacobbe, Nilla Pizzi, Giorgio Consolini, Gino Latilla, Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi. Della sua creatura Devoto dice: “Da quasi trent'anni, è attiva ed è una delle emittenti più creative e intraprendenti, senza aver mai ricevuto apprezzamenti di uomini politici ne finanziamenti da parte di Enti, continua a trasmettere notiziari locali e musica per tutte le età, come si può sentire dalle numerose telefonate che ogni giorno riceviamo e per questo motivo continuo ad andare avanti, spinto e incoraggiato sempre più dai miei ascoltatori” (Ruggero Righini).

RADIO STEREO 103

RADIO SANREMO INTERNATIONAL

RADIO SANREMO 104: l'emittente inizia le sue trasmissioni nel febbraio 1976 con la denominazione di Radio Sanremo, negli anni '80 assume la denominazione di Radio Sanremo 104, negli anni '90 il Ministero delle Poste e Telecomunicazioni non rilascia la concessione all'emittente che però la ottiene grazie ad un ricorso fatto da Mauro Birocchi.

RADIO SANREMO: emittente nata nel 1976 tuttora in attività.

RADIO STEREO IMPERIA 101,500 ha cessato di esisere rilevata da Radio Onda Ligure 101,

RADIOSTEREO 103: Imperia

RADIO INTERNATIONAL: emittente di Ventimiglia, aveva anche un secondo canale, The Rock International. Queste due radio trasmettevano anche in gran parte della Costa Azzurra ed hanno un sito internet in lingua inglese (segnalazione di Giuliano).

STEREO 103 ITALIA

RADIO COSTELLATION: Diana Marina

RADIO NATIONAL TV: Sanremo

RADIO PONENTE 77: Ventimiglia, mhz 96,000, trasmetteva anche dai 1190 khz

RADIO RIVIERA 3: Andora

RADIO CAPO BETA: emittente di Imperia fondata nel 1977 da Giuseppe Maffezzoli, frequenza 102,500, area di copertura la provincia di Imperia.

RADIO AMICIZIA: emittente parrocchiale di Sanremo (segnalazione di Giuliano).

SANREMO 103: emittente di Sanremo collegata a Radio 103 Italia (il secondo canale trasmetteva solo musica italiana). Segnalazione di Giuliano.

RADIO SUPER SANREMO: emittente di Sanremo nata nel 1979 prenderà la denominazione di Radio 2000.

RADIO 2000: emittente di Sanremo nata nel 1979, mhz 95,700, con la denominazione di Radio Sound 2000. Rilevata dall'allora giovane imprenditore sanremese Michele Genovese nipote di un famoso costruttore edile degli anni '60 allora titolare della "stagionale" Radio Enigma che venne inglobata nel progetto.  Radio 2000 aumentò la copertura allora ottima a Sanremo e ad Arma di  Taggia installando impianti da Ventimiglia a Genova sempre su frequenze prossime ai 105 Mhz.  Nel periodo di massimo fulgore diede filo da torcere alle principali realtà liguri di allora, ebbe una programmazione che oggi si può orientare alla Radio Deejay del Deejay time. Su Radio 2000 andarono in onda anche Marco Baldini, Gianfranco Monti, Maurizio Einard, oltre agli allora popolari speacker sanremesi: Maurizio Burato (il fondatore) oggi titolare del'azienda MB Soft, software per emittenti, Mario Maccioni (Charly), Manuela Mogavero, oggi londinese,  Enrica Perticato,  Marco Franchi (Marco Miami). Popolarissima la trasmissione Flippaut nell'82-'83 condotta da Maurizio Burato e Marco Miami con la partecipazione sporadica di Marco Baldini. Mi pregio anche io di essere andato in onda su Radio 2000 della prima epoca conducendo un programma serale di musica rock. Radio 2000 fu sicuramente la prima radio ligure ad uscire dallo schema di radio locale per approcciare ad un format allora definito "network".(Fabio De Matteis)

RADIO BAIT STEREO 103 GRAFFITI

RADIO CANALE 98

RADIO LEADER: 94,850 mhz

RADIO CAPO BERTA R.C.B.

RADIO LUCE

RADIO RELAX FM 101

TELE RADIO STAR EUROPA

RADIO ENIGMA

RADIO NATIONAL 102: emittente di Sanremo nata nel 1976, cesserà di esistere alla fine fine degli anni '90 quando cederà le sue frequenze a Radio Vallebelbo.

 

SAVONA

RADIO SAVONA SOUND

RADIO SAVONA INTERNATIONAL: emittente nata nel 1977 per iniziativa di un gruppo di pionieri dell'etere, nel 1980 viene rilevata da Angelo Damiani, successivamente si affilia al Circuito Margherita.

RADIO SAVONA LIBERA:  Fm 104 MHz nasce nella primavera del 1975 in un soffitta del Bar Riviera nel quartiere delle Fornaci a Savona per mezzo di un gruppo di studenti del Liceo Scientifico tra cui Massimo Botta (che ai nostri giorni ricorda l'esperienza nel libro: "Dove nascono le onde, De Ferrari editore, 2015). "Qui Radio Savona Libera 104 MHz, prove tecniche di trasmissione": questo il primo messaggio della stazione, prima della provincia e della città,  ascoltato anche dalla torre di controllo dell'aereoporto di Genova. Trasmette musica e prime radiocronache di calcio. Dura un anno. Nel 1976 diventa Radio Savona Sound. (Ruggero Righini)

RADIO SAVONA

RADIO SAVONA STUDIO 105

RADIO RIVIERA MUSIC

RADIO CAIRO 103: via Colla 58/1 Cairo Montenotte, mhz 101,700; 102,900 e 103,900, per un breve periodo operò anche l'emittente televisiva donde l'acronimo T.R.Cairo 103 (Teleradio Cairo 103).

TELE RADIO CAIRO 103: emittente di Albenga con sede in via Venezia 2, rilevata negli anni '90 da Radio 103 di Genova.

NUOVA RADIO LIGURIA

RADIO 2000

IDEA MANILA LIGURIA: emittente di Andora (Savona) mhz 93,500; 97,000 e 100,800.

RADIO CITTA' DI FINALE: emittente di Finale Ligure, mhz 100,600, conosciuta anche con l'acronimo di R.C.F. (Radio Città Finale).

RADIO CAMALICU SAN LORENZO: emittente parrocchiale di Cairo Montenotte.

RADIO GOLFO LIGURE: emittente attiva negli anni '80 e '90,  ha ceduto al gruppo Radio Zeta (Disco Radio) nel febbraio 2001.

RADIO LIGURIA INTERNATIONAL 103: emittente nata ad Albenga nel 1976, mhz 103,500,  negli anni '80 si trasferisce a Villanova d'Albenga ed assme la denominazione di RADIO LIGURIA INTERNATIONAL C'ERA UNA VOLTA, anche se per i suoi ascoltatori rimane semplicemente Radio Liguria. Ha cessato di esistere nel febbraio 2001 cedendo le sue frequenze a Radio Reporter.

RADIO MAGIC MUSIC

RADIO ELLE LOANO 101: mhz 101

CANALE 102: emittente di Loano nata nel 1975 sede via Garibaldi 85.

RADIO MARINA: emittente di Albisola

RADIO ONDA LIGURE 101: emittente di Savona nata all'inizio degli anni '80, è tuttora in attività.

RADIO ONDA LIGURE ITALIA: emittente di Albenga, seconda rete di Radio Onda Ligure 101, tuttora in attività

ONDA LIGURIA MUSIC: altra rete di Radio Onda Ligure 101,

RADIO ONE

RADIO SAVONA STUDIO 105

RADIO SAVONA 5

RADIO SKYLAB: emittente di Varazze (segnalazione di Giuliano)

RADIO VECCHIA SAVONA: mhz 91,000 e 94,000.


RADIO SPOTORNO STEREO:
 Emittente di Spotorno (SV) nata all'inizio degli anni '80 per iniziativa di Franco Riccobene (oggi titolare di un negozio di specialità gastronomiche nel centro di Spotorno). Gli studi erano all'interno del circolo Arci di Spotorno, in un appartamentino del centro storico. Iniziò la propria attività in questa emittente Cristina Carbotti (poi a Radio Genova Sound, Radio Donna, Rds, Telecity, Primo Canale, Mediaset, Verissimo; ed oggi in Rai come inviata di cronaca per le trasmissioni del pomeriggio La vita in diretta, Se... a casa di Paola, Le amiche del sabato). Cristina ricorda: "Iniziai a collaborare nel 1982 conducendo un programma dedicato alla musica leggera degli anni '60. La mia mamma aveva collezione di dischi a 45 giri e io li portavo da casa per per suonarli in radio!!! I mezzi erano davvero pochi ma c'era tantissimo entusiasmo!". Radio Spotorno Stereo chiuderà i battenti nel 1990 a seguito della legge Mammì.

RADIO CAMPUS BLIGNY: radio universitaria nata nel maggio 2005

 

LA SPEZIA

RADIO ATTIVA: questa emittente nasce a Castelnuovo Magra (SP) nel 1979. Nel 1980 ha trasmissioni più articolate. Dal 1983 la radio viene organizzata intorno all’omonima associazione culturale editrice dell’emittente. Dal 1984 è affiliata all’Arci. Una radio di movimento slegata dai partiti che comprende varia umanità proveniente da esperienze politiche e culturali molto diverse tra loro. La testata giornalistica viene registrata presso il Tribunale di La Spezia il 9 settembre 1987. Nel 1989 a seguito di problematiche interne la radio cambia nome e diventa Dimensione Radio trasferendosi a Massa Carrara (Ruggero Righini).

RADIO SPEZIA INTERNATIONAL

RADIO SPEZIA SOUND

RADIO SPEZIA STEREO

RADIO LIGURIA STEREO: nasce a La Spezia nel 1978. Nel 1984 si trasferisce ad Aulla (Massa Carrara) per mezzo di Stefano Tormè e diventa Radio Elle racchiudendo nella onomastica la elle iniziale di  Liguria e di Lunigiana con l’impegno di trasmettere oltre alle informazioni solo musica italiana. Chiude nella metà degli anni ’90 (Ruggero Righini).

ASTRORADIO

RADIO STUDIO TRE: emittente di La Spezia nel gennaio 2008 chiude e cede le sue frequenze a Disco Radio e Kiss Kiss.

 RADIO ONDA SPEZZINA: emittente nata nel 1976 a La Spezia per iniziativa di Piero Bragazzi e Paolo Paganini, trasmette dai 95,000 mhz ed ha sede in via Colombo, si riceve dal Tigullio alla Versilia. In radio collabora anche Raffaella Brigazzi (figlia di Piero) che di li a poco passerà a Tele Toscana Nord (quando l'emittente aprirà la propria succursale nella radio) e poi in Fininvest come voce di dei quiz.  Nel 1980 Radio Onda Spezzina trasmette L'ombrellone. (Ruggero Righini).

RADIO SPEZIA

PRIMA RADIO: emittente attiva dal 1977 negli anni '80 venne rilevata dall'emittente toscana Radio In.

ASTRORADIO SAS

RADIO GOLFO DEI POETI: emittente di La Spezia

RADIO DIFFUSIONE GOLFO DEI POETI (RADIO GOLFO DEI POETI)

RADIO MARE IMPERIALE NEWS: l'emittente nasce a La Spezia all'inizio degli anni '90, irradia i suoi programmi dagli 88,600 mhz, trasmette in Toscana, Firenze compresa. Collabora attivamente con la discoteca che porta lo stesso nome (Imperiale) del litorale pisano (Tirrenia). Una stazione "all dance" che per un certo periodo trasmette anche con un secondo canale: Radio Mare 2 Star. Chiude i battenti nel 1996 (Ruggero Righini)

RADIO ALTO TIRRENO

RADIO COLOMBO

RADIO MARE 2 STAR

RADIO SARZANA: emittente di Sarzana fondata nel 1976 da Fabio Isoppo, dalle sue ceneri nascerà alla fine degli anni '70 Radio Sei.

SARZANA RADIO SOUND: emittente di Sarzana dalla sua fusione con Radio Sarzana nascerà Radio Sei.

RADIO SEI: nasce in via Fiasella a Sarzana (La Spezia) sulla fine degli anni ’70 per mezzo di Piergiorgio Brondi (morto nel 2009 a soli 64 anni), Gianni Bertocchi e Nino Zeni. Gli amici incorporano Radio Sarzana di Fabio Isoppo in Sarzana Radio Sound e danno vita alla nuova emittente, appunto Radio Sei. Musica ma anche tanta informazione  locale nel palinsesto della  radio che diventa un punto di riferimento per  la comunità locale della Val di Magra. Alcune trasmissioni pionieristiche ed  i  resoconti in diretta dai campi di  calcio dei campionati dilettanti al  tempo dei telefoni a gettone  rimarranno nella memoria storica dei  sarzanesi dopo la sua chiusura  (Ruggero Righini). 

VIDEO RADIO NETWORK

RADIO SPEZIA INTERNATIONAL: nasce nel 1976 per iniziativa di Sergio Beverini e Walter Brizzi, irradia i suoi programmi dai 101,500 mhz (poi 97,000 mhz.) sede in via Fiume 12 a La Spezia. Trasmette (24 ore su 24) oltre che per la fascia costiera ligure anche sulle provincie di Massa Carrara, Lucca, Pisa e Livorno un palinsesto variegato composto da: “Buongiorno con”, “Arcobaleno musicale”, “Notizie e angolo di Gilbe  e Pigianin”, “Buon Pranzo, “Tutto dediche”, “L’importanza di un disco”, “Il bambino in discoteca”, “Jolly Joker”, “International sera”, “Tutto discoteca”, “Quiz quoz quaz”, “Musica varia”, “Pronto? Qui RSI”, “Discoteca notte”, “Folk italiano”, “Pop music”, “Disco tango” (classifica dei dischi più ascoltati), “Minicopmagnia di RSI” (animazione teatrale), “Notturno” (programma di musica varia), “Tutto Spezia” e “Pomeriggio Sportivo”. Nel 1977 da una sua costola nasce il canale televisivo Video Spezia International. Nella prima metà degli anni ’80 entra nello staff il Dj Stefano Tomà e dal 1994 Marco Rocca con le radiocronache dello Spezia. Chiude nel corso degli anni ’90. (Ruggero Righini).   

RADIO STUDIO 3: emittente di La Spezia con sede in via Urbano Rattazzi 29, Trasmette per La Spezia su 96.200 MHz, a Sarzana 95.500 MHz e in Lunigiana 92.400 MHz. Tra i DJ ci sono Max Trovato, Andrea Magnano con il programma Pina Colada, Stefano Effe con la Musica Dance, Gabry Casarano e Lorenzo Tavola con il Mix By. L'emittente chiude nel gennaio 2008 e ceduto le sue frequenze a Discoradio e Kiss Kiss. (Ruggero Righini).   

 VIDEORADIO NETWORK

RADIO LEVANTO VAL DI VARA: emittente nata nel 1976 è "la radio a colori" sede in Via Varego 15 a Levanto (Spezia.Trasmette in FM musica e informazione per la Riviera Occidentale spezzina e della Val di Vara. Queste le frequenze: 100.500 Levanto, 89.900 Cinque Terre, 100.650 Val di Vara, Deiva Marina, Moneglia, 100.650 Sestri Levante, Casarza, Castiglione C., 91.400 Brugnato, Borghetto Vara; 92.300 Sesta Godano, Maissana, 93.300 Varese Ligure, S.Pietro Vara. (Ruggero Righini).