HOMENEWSTVRADIOMUSICChi siamo                                           

ANTENNA 3 TOSCANA RADIO TELEVISIONE TOSCANA

di Massimo Emanuelli

L'emittente nasce nel 1980 a Massa  per iniziativa di Andrea Lazzoni, pioniere dell'etere. Nel 1968, infatti, Lazzoni, con un impianto autocostruito alimentato a batteria aveva iniziato ad effettuare le prime prove tecniche di trasmissione di una stazione radio in fm che trasmetteva musica. L'antenna era posizionata su un tetto di un condominio e il raggio di trasmissione raggiunto era di circa 800 metri, per quel tempo una conquista. Nel 1969 era stato modificato un surplus militare dell'ultima guerra. L'apparato cosidetto "portatile" del peso di una ventina di chili iniziava a trasmettere in fm. Il segnale copriva il raggio di un paio di chilometri dal centro della città di Massa Carrara. Nel 1974 erano iniziate le vere trasmissioni radio prima di allora l'emittente aveva iniziato a trasmettere qualche ora al giorno, solo musica. La Polizia Postale cominciava ad occuparsi delle prime radio cosidette "libere". L'antenna dell'emittente oltretutto era posizionata ad un centinaio di metri dalla Questura. Dal novembre 1974 le trasmissioni hanno un loro palinsesto regolare. La radio ha una sede appositamente attrezzata ed organizzata. Ai microfoni si succedono speaker e presentatori. La programmazione comprende musica, giochi telefonici, rubriche e un'edizione ogni ora del giornale radio.

Nel 1979 Andrea Lazzoni decide di abbandonare la radio e si dedica completamente alla televisione. Nasce Quarta Rete, sede in via Carducci 3 a Massa, fondatori Carlo Andrea Lazzoni e Paolo Fontana, all'inaugurazione è presente il "nostro" Maurizio Seymandi, allora giornalista di TV SORRISI E CANZONI e conduttore di SUPERLCASSIFICA SHOW e Raoul Coleman ballerino de IL POMOFIORE.  "Arrivai a Massa Carrara con Franco Rosi - ricorda Seymandi - Franco dava la voce al Telegattone, avevamo appena registrato in quel di Viareggio una puntata di SUPERCLASSIFICA SHOW", il programma andò in onda il giorno dopo sull'emittente di Massa Carrara.

Il simbolo di Quarta Rete è una farfalla, l'area di copertura, oltre alla provincia di Massa Carrara, comprende anche le province di Livorno, Pisa, Lucca e La Spezia. L'emittente irradia i suoi programmi dal canale uhf 34.

Il palinsesto dell'emittente, oltre a SUPERCLASSIFICA SHOW, propone film, telefilm, cartoni animati, e un tg locale. Ma Quarta Rete (poi diventata Quarta Rete Versilia) si contraddistingue nei primi anni di vita (fino al 1987) per gli spettacoli autoprodotti. Quarta Rete Versilia si era inventata studi e impianti, anche se i costi a quel tempo erano proibitivi. L'emittente riesce a creare studi televisivi perfettamente attrezzati: il numero cinque, il più grande, di 800 metri quadrati, il numero 3 di 400 metri quadrati e il numero 2 di 2000 metri quadrati coperti, qui vi erano salette di montaggio, regie, redazioni, magazzini, archivi e uffici.   

L'emittente propone moltissimi show, spettacoli musicali e giochi a premi con i telespettatori in studio. Fin dal 1980 inizia a trasmettere durante la mattinata quando nessuna emittente locale o nazionale lo faceva.  Il primo programma mattutino - ricorda Andrea Lazzoni - era un contenitore con giochi, ospiti e musica. Il gioco che andava per la maggiore era incentrato sul numero di ceci che era contenuto in una caraffa che il telespettatore doveva indovinare, poi i ceci diventarono fagioli...

Fra il 1980 e il 1987 vengono realizzate negli studi dell'emittente produzioni importanti. Alla realizzazione di alcune di queste trasmissioni collabora un certo Adelmo Fornaciari, poi diventato Zucchero. In quegli anni Zucchero scriveva canzoni di successo per tantissimi artisti e faceva il talent-scout. Gli studi di Antenna 3 vengono frequentati anche da un giovane che si diverte ad imitare Renato Zero, lo imita tanto bene che alla Bussola di Focette fa uno spettacolo e tutti sono convinti che sia proprio Renato, quel giovane era Giorgio Panariello.

Alla fine degli anni '80 l'emittente assume l'attuale denominazione di Antenna 3 Toscana, durante l'estate Antenna 3 organizza una serie di trasmissioni con giochi ed ospiti, il programma viene ripreso da una regia mobile e trasmesso in diretta, una novità per quei tempi. Durante il programma l'emittente fa promozione direttamente sulla spiaggia ad una nota marca di sigarette e ad un'azienda che produce latte. Nel periodo di Carnevale il mezzo mobile è impegnato per la ripresa del corso mascherato del Carnevale di Viareggio e di tutte le sfilate e feste organizzate dai quartieri di Viareggio.

Nel 1988 la prima svolta: l'emittente riduce le dimensioni degli studi diventati ormai ingestibili per una tv che ha scelto di rimanere locale. Diventa impossibile concorrere con i network nazionali con una programmazione incentrata sugli spettacoli. Il divario di mezzi è enorme. Ciò che inizialmente aveva catturato l'interesse del pubblico cominciava a mancare "era per noi impossibile - ricorda l'editore Carlo Andrea Lazzoni - raggiungere un grado di qualità e di immagine che potesse essere paragonata ai due grandi gruppi".  Antenna 3 pertanto si trasferisce in una sede più confacente alle esigenze.  L'informazione del territorio, sempre presente fin dagli esordi, con questo nuovo indirizzo prende maggior vigore.  La televisione - dichiara sempre l'editore Lazzoni - deve vivere sulla "strada", le telecamere devono essere presenti fra la gente tutti i giorni, e, sempre sulla notizia per poterla raccontare a chi non può essere presente sul fatto o sull'evento. 

All'inizio degli anni '90 affida ad Antenna 3 per tre stagioni consecutive l'organizzazione delle manifestazioni estive. Tutti gli eventi vengono proposti, organizzati, ripresi e trasmessi dall'emittente. In quegli anni Antenna 3 ha rapporti e collaborazioni con alcuni giovani: Carlo Conti, Paolo Belli, Walter Santillo, Leonardo Pieraccioni. In una di queste serate torna Giorgio Panariello che vuole presentare un suo nuovo personaggio: Mario il Bagnino.  L'emittente organizza anche una selezione di Miss Italia con la Vega Star. Alla finale di Salsomaggiore è proprio Dajana Rotta, la vincitrice di questa selezione, a classificarsi al terzo posto e che poi rivedremo in numerosi spot pubblicitari e apparizioni tv.

Fra il 1990 e il 2000 continua l'impegno con l'informazione: quattro edizioni del telegiornale, rubriche informative e trasmissioni di approfondimento. Dal 1995 per scelta editoriale l'emittente riduce volutamente la presenza del segnale nelle zone della Versilia, provincia di Massa Carrara e parte della provincia di La Spezia, dedicandosi ad una completa e capillare offerta di informazioni della propria zona. Antenna 3 realizza reti di collegamento per trasmissioni in diretta praticamente da tutto il territorio utilizzando anche una regia mobile. Per potenziare il segnale nella zona di La Spezia viene rilevata Tele Val di Magra.

                     

Dal 2000 ad oggi vengono consolidati i rapporti con quasi tutti gli Enti Pubblici della provincia. Rubriche, trasmissioni di approfondimento, finestre all'interno del telegiornale per informare sull'operato delle pubbliche amministrazioni senza tralasciare la "voce dei cittadini" che possono intervenire in ogni momento e su qualsiasi argomento di interesse generale.

Dal 1998 Antenna 3 trasmette in diretta le sedute del Consiglio Comunale di Massa, dal 2001 è ormai tradizione iniziare l'anno con una festa che viene organizzata in piazza dall'emittente e che Antenna 3 trasmette in diretta dalle 23 del giorno di San Silvestro alle 4 del mattino del nuovo anno.

Nel nuovo millennio l'emittente si dota di impianti tecnologicamente al passo con i tempi, trasmissioni in analogico e digitale, regie ed emissioni in tecnica digitale, bilancio economico buono (mai chiuso in passivo negli ultimi dieci anni) e una ventina di collaboratori.
Nel corso degli anni numerosi sono stati coloro che dalle antenne dell'emittente sono ascesi a mezzi più importanti, fra gli ultimi Letizia Leviti, attualmente giornalista a Sky Tg 24.

Oggi Antenna 3 irradia i suoi programmi dallo storico canale uhf 34 e su altre frequenze per le zone di Carrara, Lunigiana, Pontremoli e Aulla; tramite il canale vhf 20 l'emittente è visibile anche lungo la costa da Forte dei Marmi fino a La Spezia.  Il 12 dicembre 2007 l'emittente è stata premiata per il programma dal Corecom e dalla Regione Toscana per il programma La tv è dei ragazzi, ha consegnato il premio Riccardo Nencini (presidente del consiglio della Regione Toscana, attuale segretario del Partito Socialista).

L'attuale sede di Antenna 3 Toscana è in via Oliveti 36 a Massa, nella stessa via dove negli anni '80 c'era la sede di Quarta Rete Versilia (che era al numero civico 3). Oggi Antenna 3 Toscana propone un mux di tre canali sul digitale terrestre: oltre ad Antenna 3 Massa Tv (il canale digitale del Comune di Massa) e un canale sperimentale interattivo. L'emittente ha quindici dipendenti. 

Carlo Andrea Lazzoni, pioniere dell'etere, mi può raccontare un aneddoto di questi quarant'anni di radio e televisioni locali?  "Sono tanti, mi limito al più curioso: nel 1981 fui denunciato dall'Escopost perchè perchè mi dilettavo a ricevere canali satellitari..."

APRILE 2009 MASSIMO EMANUELLI AD ANTENNA 3 TOSCANA DOVE HA PRESENTATO IL SUO LIBRO GIANFRANCO FUNARI IL GIORNALAIO PIU' FAMOSO D'ITALIA.